Scarti sempre le monete da un centesimo? Attenzione, alcune valgono 6.000 euro

Commenti Memorabili CM

Scarti sempre le monete da un centesimo? Attenzione, alcune valgono 6.000 euro

| 14/01/2022
Fonte: Pixabay

Per un errore della Zecca di Stato esistono alcune monete da un centesimo molto rare e ricercate dai collezionisti

  • Molti anni fa la Zecca di Stato sbagliò a coniare delle monete
  • Sul dritto di quelle da un centesimo venne stampata la Mole Antonelliana
  • In realtà avrebbero dovuto riportare l’immagine di Castel del Monte in Puglia
  • Dei 7000 centesimi messi in circolazione molti vennero ritirati
  • Si dice ne circolino ancora 100, molto ricercati dai collezionisti
  • Ogni centesimo ha un valore di circa 2.500 – 3.000 euro
  • Uno di questi è stato venduto all’asta nel 2013 per 6.600 euro

 

Avete presente quei fastidiosi centesimi piccoli e anneriti che ci rifilano nel resto al supermercato o nelle giocate a Tombola con la mamma e la zia durante le feste di Natale? Proprio quelle monetine, delle quali non sappiamo mai che farcene, potrebbero valere una fortuna. Infatti, tra di loro ne esistono circa cento esemplari che per un errore della Zecca di Stato potrebbero farci diventare “ricchi”. Come riporta il sito specializzato moneterare.net, c’è una moneta da un centesimo che riporta sul dritto la Mole Antonelliana (simbolo dei due centesimi).

In realtà, la moneta corretta dovrebbe rappresentare il Castel del Monte In Puglia. Anche il diametro è quello della moneta da due centesimi, cioè di 18,75 mm. Questi centesimi “sbagliati” sono molto ricercati dai collezionisti, tanto che il loro valore è di circa 2.500 – 3.000 euro. Alcuni esemplari all’asta “Bolaffi” hanno superato i 6.000 euro.

Venduto all’asta un raro centesimo per 6.600 euro

Il è record stato battuto il 23 maggio 2013, quando il pezzo più costoso è stato aggiudicato all’asta per 6.600 euro con una base di 2.500 euro. L’errore della Zecca di Stato avrebbe coinvolto circa 7.000 centesimi, ma non appena fu scoperto, la maggior parte vennero ritirati dalla circolazione. Tuttavia, si pensa che circa un centinaio siano sfuggiti alla requisizione ed oggi sono particolarmente ricercati da appassionati di numismatica e collezionisti.

Leggi anche: Paga un dipendente con 90.000 centesimi ricoperti di olio: lui lo cita in causa

Tra le altre cose, le monete da uno e due centesimi si stanno avviando verso lo stop di produzione. Oltre al fatto che sono sempre meno utilizzate, è stato valutato che il loro valore intrinseco, ovvero quello del materiale che è rame, supera quello nominale. Dunque potrebbe essere che un giorno, tutte queste monetine scure e inutilizzabili possano da un momento all’altro valere una fortuna e diventare un vero e proprio tesoro da scovare.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend