Monkey Busters: le tre pensionate che difendono il villaggio dall’invasione delle scimmie

Commenti Memorabili CM

Monkey Busters: le tre pensionate che difendono il villaggio dall’invasione delle scimmie

| 17/10/2020
Monkey Busters: le tre pensionate che difendono il villaggio dall’invasione delle scimmie

Le Monkey Busters sono le pensionate che combattono le scimmie con fucili ad aria compressa.

  • In Giappone, nella prefettura di Fukui, è nato il gruppo delle Monkey Busters
  • Tre anziane donne si armano di fucili ad aria compressa per spaventare le scimmie
  • Gli animali qui creano un vero problema, razziando i raccolti e distruggendo i campi
  • Come delle Batman in gonnella, le tre donne lasciano qualsiasi cosa stiano facendo per catapultarsi a salvare la comunità
  • Un lavoro che pare stia funzionando bene, anche se le scimmie stanno ampliando il proprio habitat poco lontano dal centro abitato
  • Il lavoro delle Monkey Busters potrebbe essere solo all’inizio

 

La prefettura di Fukui, in Giappone, tempo addietro era famosa per essere la dimora di un potente clan di samurai. Oggi pare avere un grosso problema con le scimmie. La prefettura in questione è un luogo tranquillo, incastonato nella regine Chubu, dove si fabbrica carta e si gustano frutti di mare. Tra un piatto di soba ed un fossile di dinosauro, a Fukui troviamo anche loro, le Monkey Busters. Si tratta di tre donne un po’ avanti con gli anni – la più giovane ne ha ben 67 – che si impegnano a difendere i raccolti della propria comunità allontanando le scimmie con fucili ad aria compressa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Subarashii (@subarashii.online) in data:

Masako Ishimura, Tatsuko Kinoshita e Miyuki Ii appartengono alla filiale del distretto di Miyama della Cooperativa agricola giapponese. Lo scorso maggio hanno seguito una lezione che verteva sui metodi più efficaci per scacciare le scimmie, colpevoli di distruggere campi di cipolle, soia e melanzane dall’ormai lontano 2015. E dove non arrivano spaventapasseri e dissuasori per animali, pare riescano a giungere le Monkey Busters. Le donne svolgono la propria vita come se nulla fosse per gran parte del tempo…

Tra i 67 ed i 74 anni, il gruppo delle Monkey Busters protegge i raccolti dalle scimmie dispettose.

…ma come dei Batman in gonnella e un po’ attempati, quando viene lanciato il segnale di una scimmia in avvicinamento, le tre donne lasciano pentole e fornelli per catapultarsi sul luogo del misfatto, grembiule in vita e fucile in mano. Ovviamente non viene fatto alcun male agli animali infestanti che decidono di far razzia dei raccolti. Le tre anziane, infatti, si limitano a sparare dei colpi d’avvertimento, mentre la gente del posto si adopera per fare molto rumore e contribuire ad un concertino di dissuasione.

“Ci sono molte persone anziane che vivono nella zona di Miyama e la coltivazione dei campi è vitale per la loro salute e il loro benessere”, ha affermato Masako in un’intervista. “È essenziale che l’area continui a lavorare insieme in futuro”. Inizialmente, pare che vi fosse un solo gruppo di scimmie piuttosto numeroso. Ma quando i primati hanno iniziato a dividersi in più gruppi, la situazione si è fatta più ostica. Il lavoro delle Monkey Busters, però pare abbia dato i suoi frutti, riuscendo ad allontanare le scimmie dal villaggio per un po’ di tempo.

Leggi anche: Kataza: il babbuino a capo di una gang che imperversa a Città del Capo

Le Monkey Busters non possono ancora adagiarsi sugli allori.

Il ritorno degli animali lo scorso luglio ha reso però necessario tornare ad imbracciare i fucili, tra un lavoro domestico e la lettura di un buon libro in poltrona. E mentre la comunità continua a lodare le tre donne tenaci e combattive, pare che diversi animali stiano decidendo di stanziarsi nelle vicine rovine storiche del tempio Daihonzan Eiheiji. Che il lavoro delle Monkey Busters sia appena iniziato?

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend