Mortaio della Seconda Guerra Mondiale nel sedere: artificieri costretti ad accorrere in ospedale

Commenti Memorabili CM

Mortaio della Seconda Guerra Mondiale nel sedere: artificieri costretti ad accorrere in ospedale

| 07/12/2021
Fonte: Pixabay

Un uomo si è infilato nel retto un proiettile di guerra

  • Ha dell’incredibile quanto è accaduto in Inghilterra
  • In ospedale si è infatti presentato un uomo con un mortaio nel sedere
  • Si trattava di una munizione risalente alla Seconda Guerra Mondiale
  • L’uomo sarebbe scivolato e ci sarebbe caduto sopra
  • Il personale sanitario lo ha rimosso dal retto e gli artificieri lo hanno disinnescato

 

Di mortai e bombe della Seconda Guerra Mondiale inesplosi, purtroppo, ce ne sono ancora in giro parecchi. Spesso nelle cronache dei telegiornali si sente parlare di operazioni di disinnesco controllate. Ed è anche quello che è successo in un ospedale in Inghilterra. In questo caso, però, il mortaio non era nelle vicinanze della struttura sanitaria, quanto nel sedere di un paziente.

Sì, avete capito bene: un mortaio inesploso risalente agli anni ’40 infilato su per il retto, letteralmente. A questa chiamata ha dovuto rispondere una squadra di artificieri contattata dai medici del pronto soccorso. Secondo quanto è emerso l’uomo in questione è un appassionato militare ed aveva il proiettile come parte di una collezione privata. Ma come avrebbe fatto, esattamente, ad arrivare a tanto? Una fonte del Gloucestershire Royal Hospital ha spiegato: “Ha detto di averlo messo sul pavimento mentre stava facendo delle pulizie, poi è scivolato e ci è caduto sopra. Aveva un dolore considerevole”.

Il mortaio non era a rischio di esplosione

Sorvolando la dinamica parecchio bizzarra, il mortaio era una granata delle dimensioni di 17 cm per 6 cm del secondo conflitto mondiale che veniva sparata dai cannoni anticarro. Come detto, gli artificieri dell’11° Reggimento di Smaltimento Ordigni Esplosivi sono stati chiamati per recuperare l’ordigno. Il personale dell’ospedale è riuscito infatti a rimuovere il proiettile dal sedere del paziente. Tuttavia era necessario metterlo in sicurezza nel timore che potesse essere sul punto di esplodere.

Leggi anche: L’allarme dei medici: “Evitate di mettere le patate congelate nel retto”

Una fonte della difesa ha rivelato che comunque la situazione era sotto controllo: “Era un proiettile solido, un pezzo di piombo grosso e appuntito progettato per squarciare la corazza di un carro armato. Era fondamentalmente un pezzo di metallo inerte, quindi non c’era rischio per la vita degli altri”. Per quanto riguarda l’uomo, la Polizia del Gloucestershire ha fatto sapere che sta bene, non è in pericolo di vita e si riprenderà completamente anche se ha rischiato grosso. Avrebbe infatti potuto morire se il proiettile avesse perforato il suo intestino.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend