Morto il ragno più vecchio del mondo: la causa è assurda

  • Share

Il ragno aveva 43 anni: era stato scoperto nel 1974 e si chiamava “Numero 16”. I ricercatori stavano cominciando a sperare di festeggiare il suo mezzo secolo

La morte di un ragno viene accolta spesso con sollievo da tantissime persone, ma lo stesso non può dirsi dell’esemplare più anziano al mondo. L’aracnide aveva 43 anni, un vero e proprio record di longevità: a rendere l’annuncio ancora più particolare è la descrizione degli ultimi momenti di questa femmina di Gaius Villosus, specie di ragno che fa parte dei Mygalomorphae (ricordatevi questo nome complicato perché ci rifiutiamo di scriverlo un’altra volta).

Il vecchio e peloso animale è stato infatti punto da una vespa, un attacco che non gli ha lasciato scampo. Il record precedente di vecchiaia era quello di una tarantola del Messico, capace di arrivare fino a 28 anni. In questo caso, invece, i ricercatori avevano iniziato a studiare l’esemplare nel lontano 1974: in quasi mezzo secolo è stato possibile scoprire tutti i segreti della specie, quindi l’incredibile anzianità è stata sicuramente utile.

Il ragno si trovava in Australia e la scoperta era stata fatta da una studiosa, Barbara York Main, che oggi ha 88 anni. Una lacrimuccia sarà sicuramente scesa sulle guance degli esperti, ormai speranzosi che la sua esistenza sarebbe durata ancora di più.

ragno, veleno, vecchio, vespa

Comments

comments

Articoli correlati