Troppo tempo con gli auricolari: bambino di 10 anni sviluppa muffa nelle orecchie

Commenti Memorabili CM

Troppo tempo con gli auricolari: bambino di 10 anni sviluppa muffa nelle orecchie

| 21/05/2020
Troppo tempo con gli auricolari: bambino di 10 anni sviluppa muffa nelle orecchie

È possibile sviluppare muffa nelle orecchie?

  • Un bambino di 10 anni lamentava dolori all’interno dell’orecchio
  • Accompagnato dalla madre presso l’ospedale di Shunyi, in Cina, ha presto scoperto la causa dei propri fastidi
  • I medici gli hanno diagnosticato una micosi del condotto uditivo: in poche parole muffa nelle orecchie
  • L’insorgenza di funghi in uno spazio così ristretto si deve a molteplici fattori, compresa una ventilazione insufficiente dovuta all’uso prolungato delle cuffiette

La speranza insita in tutti noi è quella di possedere un corpo sufficientemente sviluppato in grado di auto-pulirsi a dovere qualora ve ne fosse bisogno. Ed effettivamente è così, per la maggiorate dei casi. Eppure, nelle giuste condizioni, pare che anche il corpo umano sia in grado di sviluppare muffe e funghi. Secondo i media cinesi, un bambino di dieci anni avrebbe sviluppato della muffa nera all’interno del proprio condotto uditivo per via di un uso davvero smodato dei piccoli amici auricolari.

A riportarlo sono stati i medici dell’Ospedale Shunyi, trovatisi faccia a faccia con questo evento davvero piuttosto bizzarro. Una mamma avrebbe accompagnato il proprio pargolo presso il nosocomio in questione, mentre l’infante lamentava dolori al canale uditivo. I medici, sospettando la presenza di muffa nell’orecchio, hanno svolto analisi approfondite al fine di risalire alla radice del problema. Ed infatti eccola lì: una micosi del canale uditivo. Per quanto rara, la situazione sembra possa insorgere a seconda di specifiche condizioni.

Muffa nelle orecchie: attenti alla ventilazione del canale uditivo.

In questo caso, a far sviluppare i funghi neri dentro l’orecchio del ragazzino sarebbe stata una combinazione di fattori. L’abitudine di stuzzicarsi l’interno delle orecchie, danneggiandone il tessuto, unita al fatto di indossare gli auricolari per lunghi periodi di tempo, avrebbe innescato la creazione della muffa all’interno del condotto. Le cuffie in-ear avrebbero impedito all’aria di circolare liberamente, creando un ristagno di batteri ed umidità.

In generale, secondo il dottor Wu Yuhua, del Dipartimento di Otorinolarigoiatria dell’ospedale di Shunyi, l’umidità e la temperatura elevata all’interno del condotto possono divenire terreno fertile per la proliferazione di muffe. Il bambino ora sta bene; dopo un trattamento topico la foresta di funghi pare essere scomparsa. Quindi, amici lettori, cercate di tenere il più possibile ventilate le vostre orecchie. Un’infezione portata dalla muffa e non sufficientemente tratta può portare a danni molto seri, compresa la perdita dell’udito.

Leggi anche: Burger King presenta il nuovo spot in cui si vede un inquietante hamburger ammuffito

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend