Nonno all’ospedale, i medici lo perdono di vista: ritrovato dopo 7 ore [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Nonno all’ospedale, i medici lo perdono di vista: ritrovato dopo 7 ore [+COMMENTI]

| 23/09/2020

Medici “smarriscono” un nonno in ospedale

  • Un nonno di 90 anni è stato “perso di vista” da alcuni medici di un ospedale di Palermo
  • L’anziano era stato trattenuto nella struttura per un’emorragia alla bocca
  • I familiari attendevano la telefonata delle sue dimissioni
  • Dopo alcune ore, si sono recati presso l’ospedale, ma i medici hanno ammesso di non sapere dove si trovasse l’anziano paziente
  • Dopo 7 ore di ricerche, l’uomo è stato ritrovato in discrete condizioni di salute

 

Palermo. Accompagnato in ospedale dai suoi familiari, un nonno di 90 anni è stato “perso di vista” dal personale medico, facendo sparire le sue tracce per circa 7 ore. L’assurda vicenda è stata raccontata dal nipote Alessandro Arena alla redazione di PalermoToday.

“L’avevamo portato da Cinisi al pronto soccorso di Partinico per alcune perdite di sangue dalla bocca. Erano le 2 di notte. Dopo l’attesa al triage e il tampone per il Covid-19, i primi accertamenti avevano dato esito negativo. Stavano per dimetterlo ma ha avuto altre perdite e quindi i medici hanno preferito trattenerlo per effettuare altri esami e portarlo all’Ingrassia. Così mia madre è stata invitata a tornare a casa e rassicurata sul fatto che l’avrebbero informata prima del trasferimento”.

Secondo il racconto del nipote, dopo alcune ore, sua madre ha deciso di contattare l’ospedale, ma la struttura le ha risposto di non poter fornire alcuna informazione a riguardo. Nel pomeriggio la donna si è recata di persona presso il reparto per portare il cambio a suo padre, ma i medici le hanno fornito una risposta scioccante: “Signora, la verità è che non troviamo più suo padre.

La ricerca

A quel punto il nipote e suo padre hanno segnalato la scomparsa ai Carabinieri e alla Polizia, ed hanno cominciato a setacciare le zone limitrofe all’ospedale per trovare il nonno, cominciando dai bar e dai negozi. “Una persona al bancone ha sentito ciò che dicevo e mi ha chiesto di mostrargli la foto. Mi ha detto: ‘L’ho visto mezz’ora fa vicino al bowling’. Sulla base di questa informazione abbiamo allargato le ricerche chiedendo a chiunque incontrassimo per strada. Casualmente, ho visto due donne in una strada sterrata e mi sono fermato a chiedere”, ha spiegato Arena.

Gli sforzi del nipote sono stati ripagati dalla buona sorte: le due donne hanno ascoltato il suo racconto e gli hanno detto che suo nonno si trovava presso la loro abitazione. Qualche ora prima lo avevano sentito gridare e sbattere il bastone dietro il loro cancello di casa per attirare l’attenzione, e per questo lo avevano lasciato entrare. “Era stanco, disidratato e in un leggero stato confusionale”.

“È una storia allucinante. Ho temuto il peggio ma per fortuna è finita bene, ha commentato Arena. La famiglia ha denunciato l’ospedale ai carabinieri di Cinisi ed ha richiesto la cartella medica del nonno per ricostruire la vicenda.

Leggi anche: Ruba denti d’oro dalla dentiera del nonno e li sostituisce con molliche di pane

Nel frattempo, la direzione aziendale della struttura sta effettuando alcuni accertamenti per capire cosa è successo.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend