Il vascello fantasma esiste: è l’Olandese Volante!

Commenti Memorabili CM

Il vascello fantasma esiste: è l’Olandese Volante!

| 03/06/2020
Il vascello fantasma esiste: è l’Olandese Volante!

Solca i mari un vascello spettrale, ma non c’è da avere paura!

La leggenda dell’Olandese Volante racconta di un vascello fantasma condannato a solcare le acque per l’eternità con la sua ciurma di dannati. Si tratta di una storia le cui origini si perdono nelle brume del mito. Ad un certo punto, però, è sembrato come se le leggende si fossero tramutate in realtà, quando un bianco veliero è sbucato fuori dalle acque del fiume Delaware. In realtà, le cose stavano ben diversamente: non avevano a che vedere con magie e maledizioni quanto più con le nuove tecnologie.

Il veliero apparso all’improvviso nella città di Philadelphia, nello stato della Pennsylvania, non era altro che un’installazione di arte visiva basata sulla tecnica olografica. Un ologramma è un’immagine tridimensionale che viene sviluppata a partire da una foto o da una lastra. Per creare l’illusione di un qualcosa di tangibile si usano raggi laser, ma anche altri elementi che servano ad accrescere l’illusione di realismo. Nel caso del vascello di Philadelphia, ad esempio, hanno contribuito a rendere tutto più veritiero luci e acqua.

Il vascello fantasma che si librava in prossimità del molo di Race Street era dunque un ologramma molto ben realizzato che, grazie agli spruzzi di acqua e ai giochi dell’illuminazione, la sera offriva uno spettacolo estremamente suggestivo.

 

Vascelli fantasma

La prima volta in cui un’installazione simile apparve in pubblico fu nel 2014 in Olanda, durante l’Amsterdam Light Festival. Anche in quel caso un ologramma animato da giochi di luce e di acqua ricreava un vascello del XVIII secolo. L’iniziativa ebbe un tale successo che è stata poi replicata più e più volte in varie parti del Vecchio Continente, per approdare infine in quello Nuovo.

Passando accanto a una di queste illusioni ottiche, potremmo aspettarci di vedere sbucare fuori dai boccaporti i marinai della ciurma, poco più che spettri nell’oscurità della notte. Ma non c’è nulla da temere: al massimo può arrivare qualche innocuo schizzetto d’acqua. Nessuna terribile maledizione scende sul capo di chi alza lo sguardo sui pennoni incorporei.

Leggi anche: SS Cotopaxi, la nave che viene avvistata di continuo nel Triangolo delle Bermuda dopo 90 anni

Chissà come sarebbe poter fare un viaggetto su una nave fantasma. Diciamo che nel caso specifico salire a bordo di un ologramma potrebbe presentare qualche difficoltà logistica non trascurabile. Di certo è molto meglio scegliere un veliero in legno e sartiame o, per i più pantofolai, una bella nave da crociera. Naturalmente però tenendo sempre d’occhio l’orizzonte: chissà mai che non compaia il vero Olandese Volante.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend