Ologrammi da toccare: presto potremo stringerci la mano in videochiamata [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Ologrammi da toccare: presto potremo stringerci la mano in videochiamata [+COMMENTI]

| 19/10/2021

Gli scienziati dell’Università di Glasgow hanno creato un sistema di ologrammi in grado di “toccare” le persone

  • Gli scienziati dell’Università di Glasgow hanno realizzato un sistema di ologrammi da “toccare”
  • La sensazione del tatto è stata resa possibile grazie a getti d’aria conosciuti come “aerohaptics”
  • Possono permettere di sentire “le dita, le mani e i polsi delle persone”, ha dichiarato Ravinder Daahiya, un ricercatore che ha lavorato al progetto
  • “Col tempo, questo potrebbe essere sviluppato per consentire di incontrare un avatar virtuale di un collega dall’altra parte del mondo e sentire davvero la sua stretta di mano”, ha aggiunto
  • Daahiya spera che questa tecnologia possa essere applicata nei videogames o in campo medico

 

Gli scienziati dell’Università di Glasgow hanno creato un sistema di ologrammi che possono “toccare” le persone utilizzando getti d’aria conosciuti come “aerohaptics” per replicare la sensazione del tatto. Secondo Ravinder Daahiya, un ricercatore che ha lavorato al progetto, i getti d’aria possono permettere di sentire “le dita, le mani e i polsi delle persone”.

“Col tempo, questo potrebbe essere sviluppato per consentire di incontrare un avatar virtuale di un collega dall’altra parte del mondo e sentire davvero la sua stretta di mano. Potrebbe anche essere il primo passo verso la costruzione di qualcosa come un ponte ologrammi”, ha dichiarato nel suo articolo per The Conversation.

Niente guanti

A differenza dei precedenti ologrammi sensoriali tattili, il sistema aerohaptic non richiede un controller palmare o guanti intelligenti per produrre il senso del tatto. È invece costituito da un ugello. Questo è in grado di rispondere ai movimenti della mano per soffiare aria con una quantità appropriata di forza su un individuo. Daahiya e il suo team lo hanno testato con una proiezione interattiva di un pallone da basket. “Può essere toccato in modo convincente, fatto rotolare e rimbalzare”, ha commentato.

“Il feedback tattile dai getti d’aria del sistema è anche modulato in base alla superficie virtuale del pallone da basket. Ha permesso agli utenti di sentire la forma arrotondata della palla mentre rotola dai loro polpastrelli quando la fanno rimbalzare e lo schiaffo nel loro palmo quando ritorna”, ha detto.

Leggi anche: Riconoscimento facciale inutile con il make-up: l’allarme degli esperti [+COMMENTI]

Mentre sarebbe piuttosto bello vedere questo sistema ampliato fino ad ottenere un ponte ologrammi, il sistema sarà piuttosto limitato, per ora. Daahiya spera che questa tecnologia possa creare alcune esperienze di videogiochi piuttosto sorprendenti o aiutare i medici a curare in modo più efficace i pazienti da remoto.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend