Parroco inventa la tessera a punti per la cresima: fedeli in rivolta

Tessera a punti per la cresima
  • Share

Un parroco della provincia di Como ha pensato bene di introdurre questa tessera a punti: con due terzi dei bollini il sacramento è assicurato

“Questa tessera ti aiuta a verificare la tua fedeltà a Gesù”. Nel Comasco un sacerdote ha avuto un’idea molto singolare, una trovata che non poteva rimanere confinata alla cronaca locale. Si tratta della tessera a punti per potere avere la possibilità di fare la cresima. Il parroco è quello di Lurate Caccivio, comune di meno di 10mila abitanti che si trova appunto in provincia di Como.

Il funzionamento è simile a quello di una normale scheda che viene fornita in un qualsiasi supermercato e i fedeli si sono divisi sull’utilità dell’iniziativa. Che cosa ha in mente il prete? Don Angelo Fontana (questo il suo nome) non se ne vergogna affatto e crede che sia qualcosa di utile e da imitare anche in altre parti d’Italia. La tessera è stata scoperta dopo la pubblicazione di un annuncio su Facebook. Come avviene per molte località italiane, esiste un gruppo social dedicato a questo paese lombardo. Il messaggio apparso su “Sei di Lurate Caccivio se…” non lascia spazio ad alcun dubbio.

La tessera a punti della discordia

Ecco cosa è stato scritto.

Comments

comments

Articoli correlati