La grande passione di Mozart per le volgarità e le bestemmie

Commenti Memorabili CM

La grande passione di Mozart per le volgarità e le bestemmie

| 09/08/2018
La grande passione di Mozart per le volgarità e le bestemmie

Il genio di Salisburgo ha composto alcuni capolavori che ancora oggi vengono riproposti e apprezzati, mentre meno note sono le sue composizioni più “spinte”. Ne è un chiaro esempio “Leck mich mi Arsch”. Il titolo di questo brano significa letteralmente “Leccami il culo” e il testo potrebbe far impallidire il rapper moderno più volgare. Mozart è infatti riuscito a decantare il fondoschiena da leccare e l’inutilità del brontolio di tutti i giorni.

Il musicista è poi andato oltre con un’opera successiva dal titolo “Leck mir den Arsch fein recht schön sauber” (Leccami il culo ben bene pulito). In questo secondo caso il deretano viene paragonato alla carne arrosto. Però questo è soltanto un antipasto, Mozart ha dato il meglio di sé nelle lettere scritte e indirizzate alla cugina Anna Maria Thekla. I contenuti sono stati rivelati non molto tempo fa, segno che si è pensato più di un momento se far conoscere un lato tanto impertinente di un personaggio così famoso.

Il canone "Leccami il culo"

Che cosa scriveva alla ragazza?

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend