Addio paura delle iniezioni: la pillola robot che fa punture dall’intestino

Commenti Memorabili CM

Addio paura delle iniezioni: la pillola robot che fa punture dall’intestino

| 22/03/2021
Addio paura delle iniezioni: la pillola robot che fa punture dall’intestino
Fonte: Youtube

Una pillola robot per superare la paura delle iniezioni

  • La società statunitense Rani Therapeutics lavora da 8 anni alla realizzazione di una compressa davvero peculiare
  • Si tratta di una pillola robot dedicata a chi ha paura delle iniezioni
  • Una volta ingerita, la pasticca esegue la puntura dall’interno dell’intestino
  • Si tratta di una procedura indolore, che favorisce un assorbimento più immediato
  • La nuova pillola robot sarà molto utile anche per le persone affette da diabete

 

Avete il terrore di aghi e spilli? Il momento del prelievo del sangue è tra i vostri peggiori incubi? Buone notizie in arrivo. Infatti, per tutti coloro che hanno paura delle iniezioni è stata messa a punto una pillola robot. Il funzionamento di questo aggeggio super tecnologico? Davvero sorprendente.

Una volta ingoiata, infatti, la pasticca smart giunge nell’intestino, da dentro il quale esegue la puntura. Insomma, occhio non vede cuore non duole. Senza contare che, tra l’altro, l’operazione è assolutamente indolore. I benefici, però, non finiscono qui. Infatti, l’assorbimento della sostanza iniettata è più veloce da parte dell’organismo.

I miracoli della tecnologia

I geniali inventori della pillola robot, dedicata a chi ha paura delle iniezioni? La società statunitense Rani Therapeutics. Mettere a punto questo incredibile strumento non è stato semplice. Basti pensare, infatti, che i ricercatori hanno impiegato ben 8 anni per la sua realizzazione.

Leggi anche: CES 2021, i gadget più strani: dal robot per le coccole al gelato in capsule

La nuova pillola robot sarà utile non solo per i più paurosi. Infatti, si rivelerà una preziosa alleata anche per chi è affetto da particolari malattie che richiedono di dover fare più iniezioni al giorno, come i diabetici. Del tutto comprensibile, quindi, l’entusiasmo dell’ingegnere biometico di Harvard, Samir Mitragotri: “Questo tipo di ricerca è davvero eccitante. Credo che cambierà completamente il modo in cui i pazienti assumono le medicine“.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend