Un pupazzo di Pennywise le atterra in giardino: gli dà fuoco contro il malocchio

Commenti Memorabili CM

Un pupazzo di Pennywise le atterra in giardino: gli dà fuoco contro il malocchio

| 28/08/2020
Un pupazzo di Pennywise le atterra in giardino: gli dà fuoco contro il malocchio

La triste fine di Pennywise.

  • Renee Jensen sedeva nel suo giardino dietro casa con il fidanzato Alex quando ha visto qualcosa fluttuare giù dal cielo
  • Era un pupazzo del malvagio e sanguinario clown Pennywise
  • Chiamata la Polizia, gli agenti hanno solo suggerito alla donna di sbarazzarsene
  • Lei lo ha bruciato
  • Poi ha purificato la sua casa con la salvia
  • Il commento di Stephen King“We all float down here. You’ll float too…”

 

Renee Jensen, ha 42 anni e due figli rispettivamente di 10 e 12 anni. Vive in New Jersey, a Harrington Park, una cittadina periferica di Bergen County. Gestisce un centro reiki a Ridgewood e si è trasferita a vivere in questa zona nel 2011, mentre prima abitava a Chicago. Afferma che da quando è arrivata le sono già accadute altre cose strane: ma mai come stavolta.

In un normale pomeriggio di fine estate sedeva nel suo giardino dietro casa con il fidanzato Alex. Ad un certo punto, la coppia ha visto qualcosa fluttuare giù dal cielo e scendere piano piano fino a terra. Lo strano oggetto si è posato al suolo, e Renee e Alex si sono avvicinati. Renee racconta di aver creduto si trattasse di un palloncino, o qualcosa di simile. Quando invece ha messo a fuoco ciò di cui si trattava realmente, ha subito avuto un moto di orrore. Davanti agli occhi non aveva altri che lui, in persona: il malvagio e sanguinario clown Pennywise.

Occhio malocchio

Il pupazzo di Pennywise era stato ritoccato per l’occasione. Qualcuno gli aveva imbrattato la bocca di sangue. Inoltre sulla fronte aveva vergati alcuni astrusi caratteri, “di certo qualche cifra satanica” ha affermato con sicurezza Renee. Prima Renee ha cercato di capire da dove diavolo fosse arrivato, poi si è decisa a chiamare la Polizia.

I due agenti accorsi a casa Jensen hanno scrutato un po’ il pagliaccio (a distanza di sicurezza) e si sono consultati con aria preoccupata. Alla fine si sono rifiutati di portare via il “corpo del reato”. Il loro saggio consiglio? Sbarazzarsene quanto prima. Rinfrancata dall’insostituibile supporto dei tutori dell’ordine, Renee ha capito che se la doveva cavare da sola.

Al rogo

Ha quindi cercato di mettere al rogo il povero Pennywise. Ci ha provato svariate volte senza successo, visto che a quanto pare il pupazzo era ignifugo. Alla fine però ha usato ettolitri di liquidi infiammabili, tra cui olio d’oliva. Infine, con un pezzo di giornale, è riuscita ad appiccare il fuoco e lo sventurato clown malvagio è avvampato con un cerino. Ma il rituale non era finito.

Renee ha preso della salvia, l’ha bruciata e ci ha affumicato i resti di Pennywise e ogni angolo del suo giardino. Quella notte ha dormito con il coltello sotto al cuscino. La storia di Renee è rimbalzata sui social e in breve anche tra le principali testate giornalistiche statunitensi. È arrivata persino alle orecchie dello stesso Stephen King, il quale non si è fatto pregare per un commento.

Leggi anche: Mamma si traveste da Pennywise per fare uno scherzo a suo figlio

E lo ha fatto nel suo più puro stile horror scrivendo “We all float down here. You’ll float too…” (tutti galleggiamo qui sotto, galleggerai anche tu) che è la frase ossessiva e minacciosa ripetuta da Pennywise in “IT”.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend