Una nostalgia chiamata PES: ode e lacrime di ricordi memorabili

  • Share

pes2

Ci sembra giunto il momento di farvi piangere come un agnello la vigilia di pasqua con una serie di ricordi che ognuno di noi, e ci dispiace per le ragazze che ci seguono o per chi non ci ha mai avuto a che fare, ha sicuramente condiviso e vissuto durante l’adolescenza: semplicemente PES

Oggi come oggi la serie Fifa la fa da padrona in ambito videoludico calcistico, fino a un po’ di anni fa, tuttavia, quando si parlava di giochi di calcio solo tre erano le parole esatte, a seconda dell’anno che intendete ricordare: Pro Evolution Soccer, o Iss Pro Evolution.
pes
Provate, se avete vissuto la vostra giovinezza a cavallo tra il vecchio ed il nuovo millennio, a chiudere gli occhi e pensare a questo immaginario collettivo che ha fatto parte della giovinezza di milioni di ragazzi: le tapparelle abbassate in un pomeriggio qualsiasi di un’estate dei primi 2000, l’aria pesante e stantia della cameretta, un tubo catodico ad illuminare la via e un DualShock 2 tra le mani, che non è il nome di una disco zarra ma lo strumento con il quale noi adolescenti dell’epoca prendevamo le prime decisioni importanti della nostra vita.

pes2

No, tali decisioni non vertevano sul “scelgo lo scientifico o vado a lavorare?”, e non era nemmeno “Ci provo con Tegliana o chiedo al mio amico se mi masterizza quell’amatoriale cecoslovacco di cui mi parlano tutti bene?”, ma piuttosto: meglio partire con Burchet e far subentrare Espinas nel finale per bucare sulla fascia, oppure me la gioco con Bolatta anche se è un paracarro e mi copro bene dietro con Cecil a dar manforte alla difesa?“. E poi le punizioni di Minanda (la r è stata aggiunta dopo, un po’ come per le Marlboro ndr), le chiusure di Valey, capitan Cellini, cuore Castello che ti fa bestemmiare ma tanto poi te la mette dentro all’ultimo, in contropiede disperato dopo che Jaric aveva allontanato di testa dopo un insidioso calcio d’angolo.

pes3

Potete essere tifosi del Milan, del Napoli, della Juve, dell’Inter, della Roma o del Poggibonsi, ma ognuno di noi almeno una volta nella vita ha avuto il piacere di guidare questa rosa straordinaria di uomini che come i supereroi non sono mai esistiti, ma che ci ha lasciato ad ognuno frammenti di ricordi indelebili nel cuore che noi di CM abbiamo provato a raggruppare nelle immagini che trovate in questo articolo e che più di qualsiasi parola, possono spiegare ciò che ha significato per molti della nostra generazione aver reso reale per una volta quella che è davvero una magia quasi impossibile: tifare per una volta tutti per una stessa squadra.

pes4

Nel caso tutto questo non fosse bastato per accendere in voi la nostalgia, vi lasciamo di seguito ulteriori testimonianze di affetto incontaminato, a distanza di più di 15 anni, per questo gioco. Ecco, c’è anche qualche commento tributo a Macco, eroe indimenticabile della rosa iniziale della Master League.

pes
PER ALTRI RICORDI VIDEOLUDICO-CALCISTICI CHE VI FARANNO PIANGERE COME UN VITELLO (AKA VACCI, PRIMA CHE PIANGI COMUNQUE MA PER GLI SCHIAFFI)
 I 20 motivi per amare Supersidekicks

Comments

comments

Articoli correlati