Phoenix the Dawg: il cane risorto dalle ceneri

Miriam Perani

Phoenix the Dawg: il cane risorto dalle ceneri

| 04/03/2020
Phoenix the Dawg: il cane risorto dalle ceneri

Bel muso a chi?

  • La seconda vita di Phoenix: dall’abbandono alle cure
  • Malattia o maltrattamenti?
  • Un cane con un muso raccomandabile

 

Secondo quanto raccontato dallo Skiatook Paws & Claws Animal Rescue, un’associazione che si occupa del recupero e della cura di animali abbandonati a Collinsville (Stati Uniti), Phoenix ha vagato per molto tempo per le strade prima di essere soccorso e aiutato.

Nessuno osava infatti avvicinarsi più di tanto a quel pitbull, con il muso rovinato e i denti sporgenti, dall’aspetto tutt’altro che rassicurante. Secondo i volontari che lo hanno salvato, il cane era però abituato a stare in casa ed è stato quindi certamente abbandonato.

Un sorriso a prova di social

Cos’abbia portato Phoenix ad avere l’aspetto di cane zombie dei primi giorni, non è del tutto chiaro. L’animale è tutt’ora in cura e le cause della malattia della pelle che l’ha deformato non sono ancora certe. C’è chi insinua che si tratti di bruciature e che il cane sia forse sopravvissuto ad un feroce maltrattamento o ad un incendio; di sicuro ha affrontato la peggiore esperienza per un cane: l’abbandono. I volontari per ora non si sbilanciano sulle ipotesi e si concentrano sulla salute dell’animale: confrontando le foto del prima e dopo le cure, i miglioramenti sono visibili.

Leggi anche: Bambino affida il suo cucciolo al rifugio per salvarlo dagli abusi del padre

Phoenix se ne frega del suo aspetto e sfoggia con orgoglio le cicatrici; non nega mai un sorriso e posa fiero e felice per i social, dove ha un notevole successo. Ha anche un suo profilo Instagram, dove appare in posa, in compagnia di altri animali veri o di stoffa e con una serie di abitini diversi da far impallidire le cabine armadio di molti umani.

I commenti sul suo aspetto si sprecano: c’è chi lo vorrebbe come cane da guardia e chi dice che avrebbe un infarto se lo vedesse in casa nel cuore della notte. Phoenix non risponde mai, continua a sorridere e a fidarsi degli umani. D’altronde ha già sorriso alla morte, lui.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend