Poliziotto si rompe il Rolex durante un arresto: manda il conto di 6.000 dollari al sospettato

Commenti Memorabili CM

Poliziotto si rompe il Rolex durante un arresto: manda il conto di 6.000 dollari al sospettato

| 13/01/2021
Fonte: Pixabay

Poliziotto rompe il Rolex durante un inseguimento al cardiopalma: nel risarcimento danni, anche il conto per le riparazioni

  • Un poliziotto giapponese ha rotto il proprio Rolex mentre era in servizio
  • Inseguendo un sospettato, sarebbe rimasto appeso ai tergicristalli di un’auto
  • Insieme al risarcimento danni fisici e morali, il poliziotto ha presentato anche il conto per le riparazioni dell’orologio
  • Non tutti si schierano a favore della richiesta di risarcimento
  • Secondo alcuni, non sarebbe stata un’ottima idea andare in servizio con un Rolex al polso

 

In Giappone il tesso di criminalità sembra essere davvero molto basso. Talmente basso che un poliziotto si sarebbe preso il lusso di andare al lavoro con il Rolex al polso. Non ci metteremo qui a disquisire su quanto possa guadagnare un poliziotto giapponese per permettersi un Rolex, ma ci focalizziamo sul fatto che chi rompe, paga.

Qualche tempo fa, la testata Sora News ha portato alla ribalta la vicenda di un poliziotto della prefettura di Saitama il quale, durante un rocambolesco inseguimento con un sospettato, pare abbia mandato in frantumi il suo costoso orologio. I media locali hanno riportato che però, in seguito all’arresto, il poliziotto non sarebbe rimasto con le mani in mano.

Poliziotto rompe il Rolex in servizio e cita il sospettato

Il poliziotto avrebbe infatti citato il sospettato per danni, facendogli recapitare – tra l’altro –  un conto di 700.00 yen (poco meno di 6.000 dollari) per la riparazione del Rolex andato in pezzi. All’epoca dei fatti, il poliziotto pare si fosse messo all’inseguimento di un uomo colpevole di esibizionismo nei confronti di una ragazzina delle superiori. Il fuggitivo era salito in macchina ed il poliziotto, per bloccare l’auto, si era aggrappato ai tergicristalli.

Alla fine la macchina si è fermata, ma ha anche decretato la fine del povero Rolex. Anche il poliziotto ne sarebbe uscito malconcio e avrebbe così deciso di trascinare il sospetto in tribunale e citarlo per danni fisici e morali. Il risarcimento richiesto era di 2 milioni e mezzo di yen (circa 21.000 dollari), oltre alla ricevuta di pagamento per il Rolex rotto. L’avvocato dell’uomo citato in giudizio avrebbe aspramente criticato la scelta del poliziotto di indossare un orologio tanto costoso sul posto di lavoro.

Leggi anche: Spacciatore offre droga a un poliziotto: lo aveva scambiato per un cliente

Non tutti sembrano d’accordo con la richiesta di risarcimento danni

Pare che il Dipartimento di Polizia della prefettura di Saitama non abbia commentato la faccenda, ma secondo i media locali alcuni poliziotti si sarebbero sentiti in qualche modo imbarazzati dal comportamento del collega. Non ci è dato sapere in che modo si sia conclusa la disputa legale, ma siamo sicuri che il poliziotto ci penserà due volte prima di indossare nuovamente il Rolex a lavoro.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend