I polpi tirano pugni ai pesci, a volte senza alcun motivo [+VIDEO]

Commenti Memorabili CM

I polpi tirano pugni ai pesci, a volte senza alcun motivo [+VIDEO]

| 28/12/2020
Fonte: Twitter

Perché i polpi hanno otto tentacoli? Per prender meglio a pugni i pesci

  • Un nuovo studio del 2020 ha scoperto che i polpi tirano pugni ai pesci
  • Spesso i polpi “collaborano” con i pesci per procacciarsi il cibo
  • Durante queste “battute di caccia“, non è insolito vedere un polpo che tira pugni a caso
  • A volte questo comportamento non ha nessun motivo apparente
  • Altre volte, invece, serve a ristabilire l’ordine

 

A riprova del fatto che il 2020 è stato un anno pessimo praticamente ovunque, gli scienziati hanno diffuso delle prove video di polpi che tirano pugni ai pesci a caso, forse per il solo motivo di essere dispettosi. I ricercatori dell’Università di Lisbona, in Portogallo, hanno detto che i pugni hanno avuto luogo quando i polpi e i pesci hanno deciso di collaborare per la caccia.

“I polpi e i pesci sono noti per cacciare insieme, sfruttando la morfologia e la strategia di caccia dell’altro”, ha spiegato il biologo marino Eduardo Sampaio. “Dal momento che più partecipanti si uniscono, si crea una rete complessa in cui gli investimenti e il pay-off possono essere sbilanciati, dando origine a meccanismi di controllo dei collaboratori.

Polpi dispettosi

In sintesi, questi cefalopodi a volte si uniscono ai pesci per trovare il cibo; cacciare in modo collaborativo in questo modo permette loro di coprire una superficie maggiore e aumenta le loro possibilità di catturare le prede. Tuttavia, quando i grandi polpi blu (Octopus cyanea), noti anche come polpi diurni, sono scontenti dei loro compagni pesci, dimostrano la loro ira prendendoli a pugni in testa all’improvviso.

Leggi anche: Amore fraterno: i pesciolini guppy aiutano i loro fratelli a “trovare l’amore”

Se da un lato questo comportamento bizzarro è a volte per puro e semplice dispetto, dall’altro può anche servire a “tenere in riga” i compagni di caccia quando la concorrenza si fa sempre più agguerrita. I pesci che si “comportano male” – come quelli che sfruttano le energie altrui o cercano di rubare la preda – possono subire un colpo. “In modo molto simile a come io o voi potremmo provare a dare una gomitata ai commensali a un buffet, questo ‘meccanismo di controllo dei partner’ cerca quindi di stabilire un senso di controllo e di dominio in un cibo libero per tutti. È solo che il controllo del partner – quando viene da un polpo – è un po’ più brutale”, ha commentato Sampaio.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend