I presidenti di calcio più buffi e sgrammaticati di sempre

I presidenti di calcio più buffi
  • Share

Il calcio di provincia ha assicurato a questo sport una serie di presidenti che facevano grande confusione davanti alle telecamere

Grandi protagonisti delle promozioni calcistiche, ma non certo di quelle scolastiche. Stiamo parlando dei presidenti delle squadre di calcio che tra gli anni Settanta e Novanta hanno ricevuto giustamente onori e lodi per i risultati ottenuti, ma i cui strafalcioni non possono certo essere dimenticati. Sono l’emblema del calcio di provincia, quello genuino e casereccio che oggi manca un po’.

Spesso si dice che le personalità più forti di questo sport sono quelle dei giocatori e degli allenatori: i presidenti non sono da meno e le rotelle fuori posto sono comuni. Le storie che stiamo per raccontarvi non hanno nulla che sia al limite della legalità, semplicemente i patron di alcune squadre si sono fatti amare per quello che riuscivano a dire (e a non farsi capire) durante le trasmissioni televisive. Ne abbiamo scelti quattro che hanno fatto la fortuna della Gialappa’s Band e di “Mai dire gol”. Il tratto comune è il nomignolo di questi personaggi, tutti ribattezzati puntualmente “presidentissimi”.

Presidenti sgrammaticati

 

Leggete il prossimo paragrafo per approfondire le loro biografie.

Comments

comments

Articoli correlati