La prima città galleggiante al mondo potrebbe essere completata entro il 2025

Commenti Memorabili CM

La prima città galleggiante al mondo potrebbe essere completata entro il 2025

| 25/11/2021
Fonte: Twitter

È in arrivo la prima città galleggiante al mondo

  • Dopo anni di proposte infruttuose, finalmente la prima città galleggiante al mondo vedrà la luce
  • La città sudcoreana di Busan ha infatti dato il via alla sua realizzazione
  • Il progetto sarà in collaborazione con OCEANIX e il Programma delle Nazioni Unite per gli Insediamenti Urbani
  • Nelle intenzioni dovrà essere autosufficiente e a prova di inondazione
  • I lavori dovrebbero essere ultimati entro il 2025

 

È il sogno di chi ama il mare, la natura e vivere in armonia con essa. Stiamo parlando della prima città galleggiante al mondo, che potrebbe essere completata già entro il 2025. Per anni architetti e ingegneri hanno discusso la costruzione di questo agglomerato urbano così pionieristico. Tuttavia trasformare queste idee in realtà si è rivelato parecchio difficile. I governi locali si sono infatti dimostrati riluttanti a firmare proposte così ambiziose.

Il 18 novembre, tuttavia, ecco la svolta. La città sudcoreana di Busan ha infatti dato il via libera alla realizzazione di questa città, in collaborazione con l’ideatore del progetto OCEANIX e il Programma delle Nazioni Unite per gli insediamenti umani. Secondo quanto trapelato, l’agglomerato urbano coprirà 75 ettari e potrà ospitare 10.000 residenti. Sarà composto da molte isole esagonali, con ogni quartiere che si estenderà per due ettari dove vivrà una comunità di 300 persone. I quartieri a loro volta saranno raggruppati in gruppi di sei intorno a un porto centrale protetto, formando un villaggio di circa 1.650 abitanti.

La città sarà autosufficiente e a prova di inondazione

La città è comunque progettata per “crescere, trasformarsi e adattarsi organicamente nel tempo”. Per questo potrà evolvere “da quartieri a villaggio a città, con la possibilità di scalare” Il design e i piani di espansione restano però per il momento non ancora definiti. Itai Madamombe, co-fondatore di OCEANIX, ha commentato così la vicenda: “Busan è il posto migliore per noi per distribuire questo prototipo. Tuttavia è qualcosa che speriamo possa essere utile a tutte le città costiere del mondo e alle comunità estere che stanno affrontando la sfida dell’innalzamento del livello del mare”.

Leggi anche: A breve potrebbe nascere il primo “parkipelago”, il parco galleggiante

Ma, a proposito, la città come affronterà questo problema? L’idea è che si alzi con il mare e che quindi sia a prova di inondazione. Inoltre andrà a produrre la propria energia, acqua dolce e cibo, con gabbie sotto alle isole che verranno usate per ospitare i frutti di mare. Appuntamento al 2025, dunque, per scoprire quale sarà il risultato di questo memorabile progetto avveniristico.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend