Il primo meme della storia risale alla seconda guerra mondiale: “Kilroy è stato qui”

Commenti Memorabili CM

Il primo meme della storia risale alla seconda guerra mondiale: “Kilroy è stato qui”

| 19/05/2020
Il primo meme della storia risale alla seconda guerra mondiale: “Kilroy è stato qui”

Un meme pionieristico

  • Negli ultimi anni della seconda guerra mondiale, le truppe britanniche e americane sfruttarono parecchio il primo meme di cui si abbia notizia
  • Nel 1944 e nel 1945 i soldati lasciarono dei graffiti virali nei posti frequentati per sottolineare situazioni assurde o su cui fare ironia
  • Il vero Kilroy era l’ispettore di un cantiere navale americano, anche se non aveva gli stessi tratti somatici del disegno

Una doppia e identica sillaba che è spesso sinonimo di viralità: tutti conoscono ormai i meme, ma come sono nati e perchè? Il termine esiste dal 1976, più precisamente da quando fu usato dall’etologo Richard Dawkins in un libro. Per quel che riguarda il primo meme della storia, invece, bisogna risalire ai tempi della seconda guerra mondiale. Tra il 1944 e il 1945, infatti, i soldati americani e britannici si abituarono a lasciare dei veri e propri graffiti virali nei luoghi in cui passavano, una sorta di “mascotte” di buon auspicio.

La prima scritta di questo tipo era molto semplice, cioè “Kilory was here” (Kilroy è stato qui). Una domanda sorge spontanea. Chi era questo Kilroy? Hitler si convinse dell’esistenza di una spia alleata con questo cognome e persino Stalin si chiese chi fosse nel corso delle conferenze di pace dopo aver osservato uno dei primi meme della storia.

Primo meme della storia

Fonte: Flickr

Il disegnatore che ispirò il meme

Il disegno non era altro che un omino dal naso lungo e la teoria più accreditata è quella secondo cui Kilroy sia stato inventato da un disegnatore inglese, George Edward “Chat” Chatterton. Ai soldati britannici piacque così tanto da lasciarlo impresso ovunque per deridere una situazione assurda, come ad esempio la mancanza di rifornimenti. In Olanda accadde qualcosa di simile. Il personaggio dal buffo naso venne disegnato in abbinamento alla scritta “Cosa? Niente motori?”, ancora una volta per ironizzare su una vicenda surreale.

Leggi ancheViene reintegrato dopo il licenziamento per il famoso meme su Hitler

Un uomo chiamato Kilroy è comunque esistito sul serio. Era l’ispettore di un cantiere navale americano e ogni volta che passava a controllare i lavori, si scriveva la celebre frase col gessetto. In realtà l’aspetto dell’omino non corrisponde a quella del vero Kilroy e del meme pionieristico, ma l’impressione è che il tratto somatico sia stato esagerato per rendere ancora più buffo il graffito virale.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend