Il programma NASA per bombardare la Luna per estrarre materiali

Commenti Memorabili CM

Il programma NASA per bombardare la Luna per estrarre materiali

| 11/05/2022
Fonte: Pexels

Un programma top secret ha svelato le intenzioni della NASA per quanto riguarda la Luna

  • Le rivelazioni ottenute attraverso le 1.600 pagine di documenti richieste da VICE tornano a far parlare di sé
  • Questa volta ci si è incentrati su un programma top secret del governo degli Stati Uniti e della NASA
  • I funzionari dell’agenzia spaziale avrebbero infatti sviluppato piano per utilizzare armi come esplosivi termonucleari per far saltare la crosta lunare
  • Si puntava così a scavare un tunnel nella Luna ed estrarre materiali
  • Secondo l’amministratore della NASA Jim Bridenstine, l’agenzia sta ancora andando avanti con i piani per estrarre rocce spaziali dal corpo celeste

 

Dei documenti recentemente ottenuti da un programma top secret del governo degli Stati Uniti hanno rivelato che i funzionari un tempo hanno sviluppato piani per utilizzare armi nucleari per scavare un tunnel nella Luna e estrarre materiali. Il programma top secret Advanced Aerospace Threat Identification Program (AATIP) ha visto milioni di euro spesi tra il 2007 e il 2012, quando i funzionari della difesa hanno esaminato tecnologie sperimentali tra cui buchi neri, propulsori a curvatura e dispositivi antigravità, nonché mantelli di invisibilità.

Per portare avanti questa ricerca, i funzionari del Dipartimento della Difesa hanno sviluppato proposte per utilizzare armi nucleari per scavare un tunnel attraverso la Luna per raccogliere “materiali leggeri”. Le rivelazioni sono venute alla luce dopo che VICE ha ottenuto 1.600 pagine di documenti attraverso una richiesta di libertà di informazione. Uno dei rapporti, che discuteva la “propulsione a massa negativa”, ha delineato lo scioccante piano per estrarre la Luna.

I programmi futuri della NASA per la Luna

Gli autori hanno scritto che materiali “100.000 volte più leggeri dell’acciaio, ma ancora con la forza dell’acciaio possono essere trovati nel centro della Luna. Per raggiungere questi materiali, hanno proposto di utilizzare esplosivi termonucleari per far saltare la crosta lunare e scavare un tunnel fino al mantello. Secondo l’amministratore della NASA Jim Bridenstine, l’agenzia sta ancora andando avanti con i piani per estrarre rocce spaziali dal corpo celeste, che si dice contenga “centinaia di miliardi di euro di risorse non sfruttate”.

Leggi anche: Nasa, prima donna sulla Luna: un piano da 28 mld di dollari in programma per il 2024

Su Twitter nel 2020 ha dichiarato l’intenzione dell’agenzia spaziale di acquistare “suolo lunare da un fornitore commerciale”, aggiungendo: “È tempo di stabilire la certezza normativa per estrarre e commerciare le risorse spaziali”. “Stiamo mettendo in pratica le nostre politiche per alimentare una nuova era di esplorazione e scoperta che andrà a beneficio di tutta l’umanità” ha scritto in un successivo post. Come parte di questa “nuova era di esplorazione”, la NASA mira anche a riportare gli esseri umani sulla Luna entro il 2025. Le missioni Artemis puntano inoltre a stabilire una base permanente sulla Luna e a farvi atterrare la prima donna e la prima persona di colore.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend