Prurito forte e insopportabile? A volte la causa è psicosomatica. Ecco dove colpisce.

prurito causa e soluzioni
  • Share

Se hai un fastidioso prurito, ma sei pulito e non hai patologie cutanee allora la spiegazione è definita dalla scienza psicologica. Si chiama “prurito psicosomatico” e colpisce una larga fetta della popolazione.

Il prurito è uno dei segnali o sintomi che tutti sperimentiamo, ogni giorno, per cause diverse e che l’organismo invia per segnalare la presenza di un disturbo a livello cutaneo. La cute, in certe zone è estremamente sensibile: basti pensare che percepiamo la presenza di una mosca che cammina sulla nostra pelle. Sono moltissimi i motivi patologici che possono provocare il prurito e solitamente in questi casi interviene il dermatologo, che valuterà la situazione andando ad identificare le cause che provocano questa fastidiosa sensazione.

Nel momento in cui il dermatologo dichiara che il problema non è legato ad una patologia sottostante e che la causa non sia legata a batteri, funghi o parassiti, un’altra strada si può trovare nella psicosomatica. 

I motivi per cui la pelle è così “sensibile” ai nostri problemi è in parte da attribuire alla sua nascita. Infatti sia il sistema nervoso che la cute arrivano entrambi dalle creste neurali, una “divisione” delle cellule fetali che si svilupperanno in questi due importantissimi sistemi. E quindi non è una cosa così “incredibile” se il prurito possa derivare da un’eziologia di natura psichica. Molti conflitti emotivi vengono dimostrati sulla cute in particolar modo quando siamo sottoposti a periodi di stress o forte ansia.Ecco che interviene il fenomeno “psico-somatico” : psico perchè è di derivazione psicologica e somatico che connota un’accezione del soma ovvero agli organi somatici, gli organi deputati alla sensibilità e al movimento volontario, cioè controllati dal sistema nervoso centrale.

Ma quando si manifesta?

Comments

comments

Articoli correlati