Psicoterapeuta seppellisce i pazienti sottoterra per farli sentire “vivi”

I pazienti che finiscono sottoterra
  • Share

L’uomo lavora in Ucraina e usa delle bare per far rimanere due ore i pazienti sottoterra: l’obiettivo è quello di farli sentire vivi

Sentirsi vivi rimanendo sottoterra. La bizzarra teoria di uno psicoterapeuta ucraino sta facendo discutere parecchio, anche perché da qualche tempo l’uomo sta mettendo in pratica le sue idee un po’ confuse. Il terapista si chiama Andrey Zhelvetro ed è attivo nella parte settentrionale di Kiev. Il suo metodo è venuto alla luce dopo la scoperta di alcune bare in una foresta.

Il macabro ritrovamento non lasciava presagire nulla di buono: forse in città era attivo un serial killer con strani rituali? Niente di tutto questo, si trattava semplicemente della cura prescritta da Zhelvetro per i suoi pazienti. Che cosa se ne fa uno psicoterapeuta di tutte queste casse da morto? Le bare erano dodici e sono state scoperte da un residente. Le indagini sono partite immediatamente e nel giro di pochi giorni si è arrivati proprio all’uomo che non ha avuto alcun problema al momento di spiegare il suo lavoro. La confessione ha fatto venire qualche dubbio sulle reali capacità del professionista e sulla sanità mentale dei pazienti.

La terapia delle bare sottoterra

Cosa si è scoperto?

Comments

comments

Articoli correlati