Restringere e ingrandire le sue pupille a comando: c’è un ragazzo che lo sa fare

Commenti Memorabili CM

Restringere e ingrandire le sue pupille a comando: c’è un ragazzo che lo sa fare

| 07/09/2021
Fonte: Pexels

Cambiare le dimensioni delle pupille a comando: il “superpotere” di uno studente tedesco

  • Gli scienziati sono rimasti basiti di fronte a questa scoperta
  • C’è uno studente di ventitré anni che è in grado di controllare le sue pupille
  • A comando riesce a restringerle ed ingrandirle
  • Ha capito di avere questo “superpotere” a sedici anni
  • È l’unico caso conosciuto al mondo che lo fa senza ricorrere a qualche espediente

 

Siete in grado di restringere e ingrandire le pupille a comando? Per gli scienziati è un’impresa ritenuta fisicamente impossibile, eppure uno studente tedesco di ventitré anni di cui si conoscono solo le iniziali (D.W.) riesce. È infatti capace di controllare volontariamente i minuscoli muscoli che regolano la dimensione della pupilla.

Ma perché questo ragazzo sarebbe tanto speciale? Perché chi è in grado di farlo compie questi movimenti con metodi indiretti. Lui, invece, sembra riesca ad avere il pieno controllo del muscolo sfintere dei suoi occhi. Una capacità che dice di essersi accorto di avere a sedici anni, quando cercava di “rilassare” i suoi bulbi oculari dopo una lunga sessione al computer. Un amico, infatti, ha notato che una delle sue pupille era più grande dell’altra e così D.W. ha capito di poter cambiare la loro dimensione a comando. Da allora sta sempre più affinando questa sorta di insolitosuperpotere”.

Gli scienziati dell’Università di Ulm lo hanno messo alla prova

Il ragazzo ha spiegato: “Costringere la pupilla è come afferrare, tendere qualcosa. Renderla più grande invece è come rilasciare completamente, rilassare l’occhio”. Come detto un piccolo numero di persone ha il potere di regolare la potenza delle loro pupille a comando con mezzi indiretti come pensare alla luce brillante o all’oscurità estrema o calcolare mentalmente qualcosa. Sapendo ciò i ricercatori dell’Università di Ulm hanno testato D.W. per comprendere se stava usando una tale tecnica. Hanno verificato se si stava affidando allo sforzo mentale per controllare le dimensioni delle sue pupille. Non lo faceva.

Con quello che sembra essere un controllo diretto della sua muscolatura oculare, è stato in grado di dilatare le sue pupille fino a 2,4 millimetri di diametro e costringerle fino a 0,88 mm. Inoltre il giovane era anche in grado di restringere le sue pupille oltre il grado massimo tipicamente osservato quando si mettono a fuoco gli oggetti vicini. Questo gli ha permesso di vedere chiaramente gli oggetti quasi due volte più vicini al suo viso di quanto potesse fare senza controllare le sue pupille a comando.

Leggi anche: Le persone con le pupille più grandi sono più intelligenti, lo dice la scienza

È la prima persona a saper controllare direttamente le pupille a comando

Gli scienziati hanno persino notato che D.W. poteva controllare le dimensioni della sua pupilla mentre chiacchierava tranquillamente. Lo studio non ha dunque trovato segni di strategie particolari adottate dal giovane, il che lo rende la prima persona conosciuta a saper controllare direttamente la dimensione delle sue pupille a comando. Voi riuscite a fare qualcosa di simile?

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend