Quando la memorabilità passa attraverso le bambole.

  • Share

I film horror ci hanno insegnato, negli anni, che le bambole possono fare davvero paura. Non ci hanno detto, però, che avrebbero potuto creare una valanga oscura di memorabilità, tra un infarto e l’altro.

Che siate amanti o no del genere horror, inconsciamente vi sarete resi conto che molto spesso le bambole riescono a creare uno strano effetto suggestivo di paura e angoscia. E no, ovviamente non stiamo parlando delle bambole di Ken a cui staccavi la testa a morsi quando avevi 5 anni, ma di quelle con le sembianze di bambini umani, vestiti come se fossero usciti dal 1800. Abbiamo deciso di esorcizzare la paura delle bambole associandole alla memorabilità che, con i giusti commenti, sono capaci di scatenare senza rimorso.

Questa forma malsana di terrore che abbiamo provato, rimarrà incatenata al passato e non la si potrà più provare in futuro. Questo perché, come avrai ormai constatato, ai bambini non si comprano più le bambole o giocattoli simili. Al compimento dei cinque anni, subito a comprargli lo smartphone per rincoglionirlo a dovere e non doverlo sentire lamentarsi, perché già hai una vita stressante e tutto il resto, pensa se dovessi ancora rischiare di educarlo. Ma non preoccuparti, se non puoi più terrorizzarlo con le bambole, puoi sempre cercargli dei video di bambole terrificanti su YouTube.

Tra un pannolino sporco di merda e l’altro, abbiamo provato a raccogliere delle immagini che potessero testimoniare a dovere che anche le bambole possono essere delle portatrici sane di memorabilità, oltre che di infarti al miocardio. Non sono tutte a tema horror, fortunatamente. Eccovele raccolte con odori strani nei paraggi e strane ombre che ci fissano male:

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE (AKA CLICCA ORA, ALTRIMENTI POTRESTI NON ESSERE CONTENTO DI TROVARTI UN CENTINAIO DI BAMBOLE NELLA CAMERA DA LETTO): Il detersivo ISIS che fa brillare i tuoi capi.

Comments

comments

Articoli correlati