Incolla una patente contraffatta sulla raccolta punti del supermercato: denunciato

Commenti Memorabili CM

Incolla una patente contraffatta sulla raccolta punti del supermercato: denunciato

| 21/10/2020
Incolla una patente contraffatta sulla raccolta punti del supermercato: denunciato

Però i punti ci sono anche sulla patente.

  • I Carabinieri hanno fermato un giovane che guidava in modo scomposto
  • Gli hanno chiesto i documenti
  • La patente era un po’ strana
  • In realtà, era il tesserino per la raccolta punti del Carrefour
  • Il giovane, di origini egiziane, non ha mai conseguito la patente italiana

 

Un giovane che risiede a Milano, ma che è nato in Egitto, è stato fermato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile. Il suo veicolo è stato notato alle 4 del mattino nei pressi di Viale Lucania, per la precisione nella zona periferica del Corvetto. Il controllo è stato immediato, visto che i militari si sono insospettiti per l’orario insolito e una guida non proprio professionale.

Al conducente è stato chiesto di mostrare i documenti e quindi il libretto di circolazione e tutto il resto, compresa la patente di guida. Quest’ultima è apparsa però un po’ troppo strana fin dal primo istante, visto che era spessa in modo eccessivo e risultava un modello di tessera rilasciato in Egitto. Le dimensioni anomale hanno spinto la pattuglia a un’analisi più approfondita e si è scoperto tutto.

Le tipiche tessere degli esercizi commerciali

Altro che documento d’identità, il 25enne aveva incollato in maniera accurata la sua fotografia su quella che è risultata la tessera per le raccolte punti che vengono promosse da vari esercizi commerciali. L’inganno non ha colto di sorpresa le forze dell’ordine e le conseguenze sono state inevitabili.

Il piano del ragazzo straniero è stato definito “diabolico”. La patente egiziana era contraffatta e non c’era bisogno di un esperto per accorgersene, mentre per rendere il tutto più credibile, l’automobilista ha fatto ricorso alla raccolta punti di un supermercato Carrefour della zona. Con tutta probabilità si tratta di un negozio che frequenta spesso e che gli deve aver stuzzicato la malsana idea.

Questo giovane non ha mai conseguito la patente nel nostro Paese e non potrebbe nemmeno ingranare la prima. Tra l’altro, ha peggiorato la propria situazione con un’altra distrazione che ha fatto innervosire i Carabinieri di Milano. Grazie agli approfondimenti in caserma, infatti, si è scoperto che nei confronti del ragazzo egiziano c’era una notifica sulla sua richiesta di asilo politico.

Leggi anche: Rinnova la patente online, ma al posto della sua foto c’è una sedia vuota

La cosa peggiore? Di certo, non ha potuto ritirare i piatti che aveva vinto con i suoi punti Carrefour.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend