Studenti giapponesi gareggiano nella realizzazione di torri di stuzzicadenti antisismiche [+VIDEO]

Commenti Memorabili CM

Studenti giapponesi gareggiano nella realizzazione di torri di stuzzicadenti antisismiche [+VIDEO]

| 17/01/2022
Fonte: YouTube

Una competizione per realizzare torri di stuzzicadenti antisismiche

  • Un’università in Giappone tiene ogni anno una competizione unica
  • Sfida gli studenti di ingegneria e delle scuole superiori a realizzare torri di stuzzicadenti
  • Queste devono però avere una caratteristica: essere antisismiche
  • Sulle torri sono gradualmente aggiunti dei pesi e la piattaforma su cui sono posizionate inizia a tremare
  • L’ultima che rimane in piedi è la vincitrice

 

Un’università giapponese di ingegneria di Kumamoto è famosa per una competizione unica: sfida i suoi studenti a costruire torri di stuzzicadenti che possano resistere a un terremoto simulato. A causa della sua posizione nella Cintura Mobile Circum-Pacifica, dove c’è una costante attività sismica e vulcanica, il Giappone è infatti il paese più soggetto a terremoti del mondo. Anche se occupa solo lo 0,25% della superficie del nostro pianeta, il 18,5% dei terremoti della Terra si verifica qui. Quindi si può dire che costruire un’architettura antisismica è fondamentale per la Nazione. Ed ecco dunque spiegata la motivazione di questa sfida.

Per questo dal 2006, il Dipartimento di Architettura, Facoltà di Ingegneria della Sojo University tiene il “Toothpick Tower Seismic Contest”, una competizione unica che sfida squadre di studenti a costruire torri antisismiche usando solo stuzzicadenti e colla di legno. La torre di ogni squadra viene posizionata su una tavola di 30 cm e su di essa sono gradualmente aggiunti dei pesi metallici, mentre la piattaforma su cui sono messi inizia a tremare, simulando un terremoto. Quando le vibrazioni orizzontali aumentano, le torri iniziano a cadere sotto la pressione dei pesi metallici. L’ultima rimasta in piedi vince.

Il concorso è ormai un successo e coinvolge anche studenti delle scuole

Per essere approvate per la competizione, le torri di stuzzicadenti devono essere alte almeno 50 centimetri e pesare meno di 65 grammi. Sono incollate alle rispettive tavole di legno per non scivolare via quando la piattaforma inizia a vibrare. Il Toothpick Tower Seismic Contes è progettato per stimolare la creatività e il lavoro di squadra e attira ogni anno moltissime persone.

Leggi anche: Le aziende giapponesi che aiutano le persone a svanire senza lasciare traccia

Il concorso delle torri di stuzzicadenti è infatti stato un successo fin dalla sua prima edizione. Dal 2011, l’Università di Sojo ha anche ospitato concorsi tra squadre di studenti delle scuole superiori, con l’obiettivo di aumentare l’interesse dei ragazzi nella produzione e progettazione di edifici antisismici. Nel 2021, la competizione si è tenuta il 30 e 31 ottobre, con un solo rappresentante di ogni squadra che ha potuto entrare nella sede, a causa delle restrizioni dovute al Covid.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend