Strani record, la pizza spedita alla maggiore altitudine di sempre: quasi 6mila metri

Commenti Memorabili CM

Strani record, la pizza spedita alla maggiore altitudine di sempre: quasi 6mila metri

| 05/08/2020
Strani record, la pizza spedita alla maggiore altitudine di sempre: quasi 6mila metri

Altitudine fumante

  • Una impressionante altitudine: nel libro dei Guinness c’è spazio anche per una pizza spedita fino a una cima impervia e complicata
  • Il primato risale al 2016 ed è stato perfezionato in Tanzania
  • Il record si riferisce a un tentativo organizzato dalla celebre aziende Pizza Hut
  • L’altitudine è stata misurata nel corso di un summit in cima al Kilimangiaro
  • L’unica perplessità è quella relativa al calore che non si dovrebbe essere mantenuto

Altissima, purissima, levissima: Reinhold Messner si riferiva all’acqua, ma gli stessi aggettivi potrebbero essere perfetti per una pizza, nello specifico quella consegnata in Tanzania quattro anni fa. Si tratta di una consegna entrata nel Guinness dei Primati per la maggiore altitudine in assoluto da questo punto di vista. Nel maggio del 2016 Pizza Hut riuscì a portare il cartone a quasi 6mila metri sul livello del mare, un’impresa mai riuscita a nessuno.

L’azienda e Yum! Brands sono state protagoniste di questa insolita spedizione nel corso di un summit. L’altitudine esatta raggiunta dai fattorini è pari a 5897 metri, visto che si sta pur sempre parlando del Monte Kilimanjaro (esatto, quello della canzone di Vianello). Ovviamente ci si è dovuti affidare ad alcune guide esperte per raggiungere una simile vetta e il risultato è stato sensazionale.

Salame piccante

Entrando più nel dettaglio del record planetario, il cibo in questione era quella che all’estero chiamano “pepperoni pizza”, vale a dire la ricetta con il salame piccante (la doppia P non è un errore di pronuncia relativo alla tipica verdura dallo stesso nome). Il viaggio non è stato comunque semplice e con una altitudine del genere non si fa fatica a crederlo.

Leggi anche: La pizza scomposta che viene servita dentro un vasetto di vetro

Sono serviti quattro giorni esatti prima di raggiungere il luogo esatto, con un percorso di ben 745 chilometri. Non sono mancati gli spostamenti in auto, in aereo e persino a piedi, il che farebbe pensare a una pizza arrivata un po’ troppo fredda dopo l’ordine. L’intento era comunque quello di raccogliere fondi per beneficenza, nello specifico gli aiuti da destinare a una scuola elementare della Tanzania per lanciare un messaggio di speranza.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend