Discriminazione culinaria: ristorante offre bistecche “da donna”, ovvero più piccole

Commenti Memorabili CM

Discriminazione culinaria: ristorante offre bistecche “da donna”, ovvero più piccole

| 16/02/2020
Discriminazione culinaria: ristorante offre bistecche “da donna”, ovvero più piccole

Un ristorante di Liverpool ha inserito una voce nel menu che sta facendo molto discutere.

  • Il “Manhattan Bar and Grill” di Liverpool è finito al centro del mirino
  • una delle sue clienti ha infatti condiviso su Twitter una foto del menu
  • la voce incriminata riguarda il “Ladies Fillet”

 

I luoghi comuni su uomini e donne si sprecano, e molti di questi luoghi comuni riguardano il modo di mangiare e bere dei rispettivi sessi. In tempi di “gender free”, però, bisogna fare molta attenzione per non diventare, pur senza volerlo, politically incorrect. Lo dimostra la bufera che ha investito i gestori del “Manhattan Bar and Grill”, un ristorante di Liverpool che gode di grande notorietà fin dall’apertura, avvenuta nel 2015.

Di recente una delle sue clienti, dopo aver consultato il menu, ha deciso di condividere sul suo profilo Twitter uno screenshot del listino. Nella sezione dedicata alle bistecche compaiono quattro voci. La seconda recita “Ladies Fillet”, ovvero “Bistecca da signore”. Si tratta di un taglio di carne più piccolo rispetto al “New York Sirloin”, che evidentemente invece  è la bistecca “da uomo”.

Inutile dire che la curiosa denominazione abbia scatenato l’indignazione delle signore, che hanno cominciato ad ironizzare pesantemente sulla scelta del ristorante. “Forse le bistecche da uomo sono blu e quelle da donna rosa” cinguetta un’utente. “La bistecca da donna ha come contorno assorbenti igienici” ipotizza un’altra. Tutte sono concordi nel dire che è assurdo pensare che una donna non possa voler mangiare una bistecca più grande o, al contrario, che un uomo non possa ordinarne una più piccola.

bistecche

Fonte: The Mirror

Vorrei una bistecca

I gestori del ristorante sono rimasti piuttosto sorpresi da tanto clamore. “Abbiamo adottato questa voce nel menu fin dall’apertura” spiegano. Sostengono che sia stato fatto per andare incontro alle esigenze della clientela e che nessuno si era mai lamentato. Almeno finora. “Con l’aria che tira, non avrebbero mai dovuto commettere un errore simile” commenta argutamente un altro utente di Twitter.

Leggi anche: Ristorante addebita un extra ai clienti che pongono una “domanda stupida”

Non ci è ben chiaro quali provvedimenti abbia intenzione di prendere il “Manhattan Bar and Grill”. Secondo alcune fonti, i gestori sono decisi a non cambiare il menu. Secondo altri, stanno considerando questa ipotesi in virtù del fatto che “se la clientela si lamenta, bisogna tenerne conto”. Quindi in futuro vedremo cosa accadrà: intanto noi rivendichiamo il diritto di ordinare la nostra bistecca “gender free”… ovviamente, vegetariani e vegani permettendo.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend