Trova uno sconosciuto in camera da letto: era l’amico di bevute di suo marito [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Trova uno sconosciuto in camera da letto: era l’amico di bevute di suo marito [+COMMENTI]

| 09/05/2022

L’uomo stava girovagando nell’abitazione alla ricerca di un bagno

  • L’episodio è avvenuto a Pozzoleone, in provincia di Vicenza
  • L’ospite inatteso è risultato essere un “amico di bevute” del marito della donna
  • I due avevano stretto amicizia dopo aver passato l’intera nottata in giro nei locali notturni della città
  • Dopo la “notte da leoni”, il marito della donna ha invitato il giovane nel suo appartamento
  • Quest’ultimo, per sbaglio, ha aperto la porta della camera da letto in cui stava riposando la moglie, spaventandola

 

 

Immaginate di star serenamente dormendo nella vostra camera da letto e di venire improvvisamente destati da un perfetto sconosciuto. È il curioso episodio accaduto ad una donna residente a Pozzoleone, piccolo comune in provincia di Vicenza, limitrofo a Bassano del Grappa.

Stando a quanto ricostruito l’ospite inatteso, un cittadino di nazionalità albanese e con diversi precedenti penali a suo carico, era stato “gentilmente invitato” dal marito della padrona di casa dopo aver passato una piacevole serata insieme in un bar del paese.

Dopo aver scambiato qualche battuta ed aver condiviso diversi litri di alcol girando numerosi pub e locali notturni della zona, ormai stanchi e provati dalla “notte da leoni”, i due nuovi amici hanno pensato bene di spostarsi presso l’abitazione del cinquantaquattrenne.

Il marito non ricordava di aver conosciuto il nuovo “amico”

Lo straniero, non sapendo dove passare le prossime ore per riposare, ha accettato l’invito seguendo l’uomo a casa sua. Ad un certo punto, però, il giovane ha sentito il bisogno impellente di andare in bagno. Così, ha iniziato a girovagare per l’appartamento aprendo per sbaglio la porta della camera da letto della moglie del suo nuovo compagno di bevute.

Svegliatasi di soprassalto, la donna si è spaventata vedendo la figura dello sconosciuto, iniziando così ad urlare. Sentendo le grida il consorte, che era in un’altra stanza, è subito corso in soccorso della coniuge. Quest’ultima, però, nel frattempo aveva già avvertito la Polizia, immediatamente giunta sul posto segnalato.

Dopo aver raccolto la testimonianza della donna denunciante del fatto, gli agenti hanno ascoltato anche la versione del marito il quale però, a causa della forte sbornia, non ricordava nulla di ciò che era accaduto. Proprio a causa dell’eccessiva quantità di alcol ingerita, l’uomo non rimembrava nemmeno come avesse conosciuto il suo nuovo “amico” e come quest’ultimo fosse riuscito ad entrare in casa sua.

Leggi anche: Dormire poco aumenta il rischio di grasso sulla pancia. Lo rivela uno studio

Durante la perquisizione dell’abitazione, i poliziotti hanno rinvenuto anche un moschetto privo di matricola e diverse munizioni di proprietà del cinquantaquattrenne. Alla richiesta di spiegazioni, il detentore ha raccontato di aver trovato l’arma presso un vecchio casolare di sua proprietà senza averne ancora denunciato il regolare possedimento. A causa di ciò, l’uomo è stato denunciato per detenzione abusiva di armi.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend