Esiste un robot che distrugge gli iPhone (ed è stato inventato proprio da Apple)

Commenti Memorabili CM

Esiste un robot che distrugge gli iPhone (ed è stato inventato proprio da Apple)

| 08/05/2022
Fonte: Pixabay

La nota azienda di Cupertino mira sempre di più al riciclo di elementi preziosi che compongono i suoi gadget

  • Il robot distruggi iPhone si chiama Taz
  • È il secondo automa realizzato dalla Apple con questa funzione
  • Il suo scopo è quello di “smembrare” gli IPhone
  • Taz ha anche dei “predecessori” più datati
  • Anche questi ultimi avevano il medesimo scopo, seppur con delle limitazioni

 

L’iPhone di Apple potrebbe raggiungere un punto di svolta, poiché l’azienda mira a includere molto più materiale riciclato nei suoi telefoni rispetto a qualche anno fa. Nell’ambito dell’ultimo rapporto sulle iniziative eco-sostenibili, la ditta ha presentato al mondo il suo ultimo robot per il riciclaggio.

Il nuovo androide, dalle sembianze di un distruggi documenti ed ideato proprio dalla stessa fabbrica, si chiama Taz ed è stato progettato per separare i componenti elettronici in modo tale che i lavoratori del Material Recovery Lab, situato ad Austin, in Texas, possano facilmente catturare i preziosi elementi dei gadget tecnologici per poi riutilizzarli in futuro. Questi ultimi, come oro, tungsteno, cobalto e stagno, sono necessari per costruire schede logiche, batterie e chassis per tutti i dispositivi Apple.

I “predecessori” di Taz

Il nuovo robot trituratore non è il primo automa completamente automatizzato costruito dagli ingegneri di Cupertino. In realtà è il terzo della sua linea, andando ad aggiungersi al più datato Daisy, che a sua volta è succeduto a Liam. Il primo, che secondo quanto riferito dagli sviluppatori ricicla 200 iPhone all’ora, al momento è in grado di abbattere ventitré diverse varietà di iPhone. Liam è stato presentato al grande pubblico nel 2016, mentre Daisy nel 2018.

Taz differisce da Daisy in quanto i suoi meccanismi sono progettati specificamente per abbattere alcune parti dell’iPhone che il predecessore non riesce a separare del tutto. La sua capacità di triturazione consente la separazione dei magneti dai moduli audio e scompone le parti in un modo che consente ad Apple di raccogliere elementi preziosi come quelli sopracitati. Utilizzando Taz, l’azienda sarà in grado di espandere il proprio processo di utilizzo di materiali riciclati per nuovi prodotti.

Ad esempio, sia l’iPhone 13 che l’iPhone 13 Pro sono stati i primi prodotti di Cupertino a utilizzare l’oro riciclato certificato. I prodotti rilasciati nell’anno 2021 includevano anche stagno riciclato, cobalto ed una serie di altri elementi di nicchia.

Leggi anche: Una funzione dell’iPhone è perfetta per chi è stressato [+VIDEO]

Apple ha anche riferito di utilizzare un quarto robot, chiamato Dave, capace di smontare i motori Taptic che si trovano nei dispositivi iPhone ed Apple Watch. All’interno di questi gadget c’è una quantità di prezioso tungsteno e acciaio facilmente riciclabile.

 

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend