Sala di controllo del reattore di Chernobyl aperta ai turisti: ma solo per 5 minuti

Commenti Memorabili CM

Sala di controllo del reattore di Chernobyl aperta ai turisti: ma solo per 5 minuti

| 30/11/2019
Sala di controllo del reattore di Chernobyl aperta ai turisti: ma solo per 5 minuti

C’è chi va in vacanza alle Maldive, e chi si fa un giretto nel reattore nucleare di Chernobyl.

Sta facendo molto discutere una notizia che in questi giorni gira sulle principali testate giornalistiche, e che si inserisce nel filone di quello che viene definito “dark tourism”. Chernobyl – la cittadina ucraina tristemente nota per l’incidente nucleare del 1986 – apre ai turisti la sala di controllo reattore 4. Il reattore 4 è quello che esplose e che causò migliaia di vittime, e che ancora oggi è altamente radioattivo.

Tutta quella che era stata denominata “zona di alienazione” – ovvero un territorio da cui la vita umana era bandita per via delle radiazioni – è stata in larga parte resa di nuovo agibile a partire dal 2011. Infatti da quell’anno Chernobyl, Prypjat e dintorni sono diventate zone turistiche. Se stai pensando che nessuno sano di mente andrebbe in viaggio in un posto tanto pericoloso, ti sbagli.

Certo, c’è chi per “vacanza” intende una spiaggia con sabbia bianchissima; chi preferisce la camminata in montagna e chi adora le città d’arte. Però c’è anche chi desidera fare esperienze più forti, più incisive, e decide allora di visitare un campo di concentramento nazista. Ci sono pareri discordanti circa quest’ultima forma di cosiddetto “turismo”, polemiche che riguardano soprattutto l’atteggiamento dei visitatori.

Dark tourism sì, dark tourism no

Il “dark tourism”, detto anche “thanatourism” (dal termine greco thanatos, che vuol dire morte) o “turismo del dolore”, non è un fenomeno del tutto nuovo. Basti pensare alle centinaia di visitatori che da decenni affollano Pompei, ammirando quel che resta della gente uccisa dall’eruzione del Vesuvio. Nel caso di Pompei, però, i molti anni trascorsi tra la tragedia e oggi sembrano garantire la giusta dose di distacco.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend