“Sarà che non cago”, la canzone coreana italianizzata che trasuda memorabilità.

  • Share

Vi abbiamo portato un’altra perla partorita da una canzone orientale, dove le parole coreane sono state sostituite da quelle italiane con un suono simile. Non c’è bisogno di dire altro, l’ignoranza è già a livelli incalcolabili.

Il mondo della musica è talmente vasto che rintracciare dei veri talenti è ormai impresa ardua, soprattutto al giorno d’oggi. Ebbene, tra tutte le canzoni toccanti, emozionanti e riflessive che conosciamo, abbiamo deciso di portarvene una che non rientra in nessuno di questi canoni. Perché vi vogliamo mantenere sempre ignoranti al punto giusto, non sia mai che impariate qualcosa che vi elevi spiritualmente. Con pochissima sobrietà, vi presentiamo il Justin Bieber coreano dai capelli rosso fuoco, che le fa bagnare tutte senza neanche aver bisogno di aprire bocca. Perché quando la apre, la strage è assicurata.

Sarà la suggestiva atmosfera creata andando in overdose di acidi, sarà per i giochi di luci orientati specificamente per indurti ad avere una crisi epilettica ben impostata. Oppure sarà per i movimenti leggiadri dei protagonisti uniti a dei costumi talmente imbarazzanti da farti provare vergogna anche se li indossassi durante il carnevale. Il segreto del successo di questa opera è difficile da determinare, molto probabilmente è dato, per l’appunto, dalla sapiente miscela di tutti questi ingredienti magici. E volevamo ricordarti, così a caso, che molto probabilmente questa gente guadagna anche più di te a fine mese. Tanto per farti odiare il mondo un buon 5% in più rispetto a quanto già facessi prima. Il mondo delle canzoni italianizzate è immenso, e settimana dopo settimana ci impegneremo a fornirti altri gioielli come questo per farti maledire il giorno in cui sei nato. Nel frattempo, puoi goderti quelle che sono già uscite:

“Lascia entrare Ascanio”, la canzone iraniana che raggiunse la memorabilità.

La hit rumena che fa sparire anche la planimetria di casa.

Comments

comments

Articoli correlati