Scienza: scoperto il gene dei serial killer

Commenti Memorabili CM

Scienza: scoperto il gene dei serial killer

| 15/09/2022
Fonte: Facebook

Il DNA può aiutarci a individuare futuri serial killer?

  • I serial killer sono accumunati da una caratteristica genetica ben precisa
  • A scoprirlo è stato il neuroscienziato James H. Fallon
  • La sua storia è davvero incredibile: lui stesso possiede il gene dei serial killer
  • Sette dei suoi familiari erano assassini
  • Ecco cosa lo differenzia dai suoi parenti che hanno commesso dei crimini brutali

 

Da anni la scienza si interroga sulle origini del male, cercando di capire se ciò che spinge un essere umano a uccidere abbia basi genetiche. Un recente studio ha messo in luce che esistono due geni che possono contribuire a determinare squilibri neurologici alla base del compimento di determinati crimini, tra cui l’omicidio. Si tratta del gene CDH13, associato ad autismo, schizofrenia e iperattività, e di quello MAO-A, che regola l’attività di serotonina e dopamina, anche noti come “ormoni della felicità”.

Secondo gli studiosi, chi possiede questi due geni ha maggior probabilità di mettere in pratica comportamenti aggressivi e violenti, sin dalla giovane età. È molto probabile che questi atti atroci siano accompagnati da apatia e una totale assenza di senso di colpa. Questa scoperta permetterebbe anche di spiegare perché il numero di serial killer uomini è più elevato rispetto a quello di assassine seriali. Infatti, questi due geni coinvolgono solo chi possiede una singola copia di cromosoma X, ovvero gli uomini.

L’incredibile storia del professor Fallon

Vi state chiedendo come abbiano fatto gli scienziati a giungere a questa affascinante conclusione? James H. Fallon, neuroscienziato specializzato nella ricerca genetica del comportamento umano, ha analizzato vari encefali di diversi serial killer, alla ricerca di pattern fisici ricorrenti.

Durante il suo studio, però, lo scienziato ha fatto una scoperta a dir poco inquietante: lui stesso possiede i tratti genetici di uno psicopatico. Non solo: indagando a fondo nel suo albero genealogico, è venuto a conoscenza del fatto che tra i parenti del ramo di suo padre si celavano  ben sette assassini.

Leggi anche: La maggior parte dei serial killer condivide lo stesso segno zodiacale

In ogni caso, al contrario dei suoi familiari, con cui condivide il gene del serial killer, Fallon è un professore stimato e un uomo equilibrato. Cosa lo differenzia rispetto ai propri parenti che hanno commesso crimini brutali? A contribuire in modo decisivo ai comportamenti violenti e devianti è la combinazione tra ambiente e fattori biologici. Come ha spiegato il neuroscienziato, infatti: “Un bambino abusato o abbandonato, con forti traumi nei primi anni di vita, se possiede quel gene è portato a sviluppare comportamenti psicopatici violenti“.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend