Si finge calciatore del PSG soggiornando in hotel tre giorni [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Si finge calciatore del PSG soggiornando in hotel tre giorni [+COMMENTI]

| 05/05/2022

Una truffa ben congeniata, ma che si è spinta troppo oltre

  • Un ragazzo di 28 anni ha ideato una truffa per trascorrere 3 giorni in hotel gratis
  • Approfittando del suo aspetto giovanile ha finto di essere un calciatore del PSG dell’Under 18
  • Ha dato un nome falso e si è accodato al resto della squadra
  • Ha soggiornato con il trattamento all-inclusive, ma poi ha cercato di forzare la mano
  • Dopo aver provato a rimanere lì tutto il mese fornendo il nome di un procuratore fasullo è stato infatti scoperto

 

Chi non vorrebbe essere un calciatore del Paris Saint Germain, una delle squadre più forti in assoluto? Del resto non sarebbe male trovarsi a giocare con stelle del calibro di Messi e Neymar, soprattutto con i loro stipendi. È quanto deve aver pensato un ragazzo di 28 anni in Francia che, approfittando del suo aspetto particolarmente giovanile, ha deciso di inscenare una truffa in piena regola.

Si è infatti finto per tre giorni un giocatore del PSG dell’Under 18 e in questo modo è riuscito a soggiornare all’hotel Zenao Appart’hotel di Lisieux, in Normandia, insieme alla selezione giovanile del club parigino. Ha così potuto approfittare del servizio all-inclusive riservato ai giovani calciatori che ambiscono ad entrare nel club ufficiale. Il tutto, ovviamente, gratis. Peccato per lui, però che abbia forzato un po’ troppo la mano e alla fine lo abbiano scoperto.

L’uomo ha provato ad allungare il soggiorno fino alla fine del mese

La vicenda è avvenuta a dicembre ma è emersa solo ora a seguito di una rivelazione del tabloid francese Le Pays d’Auge. Il ventottenne si è presentato vestito di tutto punto dopo aver prenotato con il nome finto di “Diarra” e ha sostenuto di far parte dell’Under 18 del PSG. Il resto della squadra con i baby talenti nel frattempo era impegnata in quei giorni in una partita di Coupe Gambardella, un prestigioso trofeo giovanile organizzato dalla Federcalcio transalpina. Così facendo è riuscito ad accodarsi al gruppo e a vivere per un weekend a spese della struttura alberghiera.

Leggi anche: Carlos Kaiser, il più grande truffatore della storia del calcio

Non contento, però, ha provato il tutto per tutto, ingolosito dalla vita da star del calcio e ha tentato di prolungare il soggiorno fino a fine mese. A quel punto il personale dell’hotel gli ha chiesto maggiori garanzie e lui ha fornito il numero di telefono di un suo fantomatico procuratore, chiaramente falso. È scattata dunque la denuncia e nel giro di poco anche l’arresto dato che l’uomo era recidivo e aveva alle spalle numerose truffe simili. Da pochi giorni è stato condannato a due mesi di reclusione per non aver pagato il conto dell’albergo che ammontava a circa 228 euro.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend