Si lancia per errore nel fiume ghiacciato: “Google Maps mi ha detto di guadarlo”.

Commenti Memorabili CM

Si lancia per errore nel fiume ghiacciato: “Google Maps mi ha detto di guadarlo”.

| 14/02/2020
Si lancia per errore nel fiume ghiacciato: “Google Maps mi ha detto di guadarlo”.

Google Maps talvolta andrebbe preso decisamente con le pinze.

  • Via le mappe cartacee: ormai Google Maps ci semplifica la vita.
  • L’uomo finito nel fiume ghiacciato deve aver dato troppo peso alle indicazioni del suo smartphone.
  • Seppure provvisti di un navigatore, occhio a dove mettete i piedi.

 

Sono ormai passati i tempi faticosi nei quali era indispensabile studiarsi una strada a memoria prima di mettersi in cammino. O, meglio ancora, affidarsi ad una mappa cartacea affinché ci indicasse la svolta giusta, a destra o sinistra che fosse. In casi come questi, la colpa per aver imboccato la strada sbagliata sarebbe stata da imputare essenzialmente ad un errore umano; con la tecnologia la questione si è fatta più semplice ma non sempre funzionale. Insomma, anche Google Maps può sbagliare.

Lo sa bene l’uomo di Minneapolis che, appena una manciata di giorni fa, sembra essere finito con tutte le scarpe dentro al fiume Mississippi. Fiume in questa stagione ghiacciato, aggiungeremmo. E per quanto possa essere assai improbabile che un programma più che rodato come Google Maps possa mettere in pericolo la vita dei poveri utenti, in questo caso il navigatore potrebbe aver preso una cantonata. Oppure no?

Affidarsi a Google Maps potrebbe non essere sempre una grande idea.

Secondo quanto raccontato dall’uomo, Google Maps stretto saldamente in una mano gli avrebbe consigliato di guadare il fiume ghiacciato piuttosto di affidarsi al solido ponte di pietra poco distante. Una versione che ha lasciato perplessi anche i vigili del fuoco di Minneapolis, accorsi poco più tardi a prestare i primi soccorsi. La vicenda avrebbe avuto luogo alle 3 del mattino, un momento di certo buio e scarsamente illuminato ma la questione comunque non sembra avere molto senso.

Si lancia nel fiume per colpa di Google Maps

Fonte: Pixabay

Leggi anche: Google Maps suggerisce scorciatoia: si perde in mezzo al nulla per due ore.

Perplessi, anche i soccorritori si sono prodigati nel suggerire all’uomo che probabilmente l’indicazione di Google Maps si riferisse al ponte, ubicato poco distante. Dopotutto, per quanto possa sbagliarsi il navigatore, a nessuno verrebbe mai in mente di attraversare un fiume sprovvisto di ponte. L’uomo fortunatamente sta bene, anche se al momento sembra si stia riprendendo da un lieve stato di ipotermia. Insomma, occhio a dove mettete i piedi. Fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend