Boantropia, abulomania e altre sindromi mentali piuttosto bizzarre

sindromi mentali bizzarre
  • Share

Cosa vuol dire essere normali?

Mmm.. domanda difficile. Forse avere una buona presa sulla realtà. Capire cosa sia opportuno e cosa no in determinati contesti. Ma se pensiamo che tutto quello che siamo, i ricordi, il nostro modo di agire e di pensare, è contenuto in un organo piccino piccino dentro la nostra scatola cranica, non ci viene un po’ d’ansia? Insomma, viviamo per impulsi elettrici, talvolta qualcosa potrebbe andare storto, non vi pare? Non INCREDIBILMENTE storto però, insomma, non proprio dritto. Potremmo trovarci un giorno in mezzo ad un prato a brucare l’erba, ad esempio. Non così tragico ma neppure così normale. Oppure potremmo convincerci che i nostri amici più cari siano stati rimpiazzati da dei sosia alieni. Non ci credete? E allora godetevi questa carrellata di sindromi mentali squisitamente particolari, ad iniziare dalla boantropia: la convinzione di essere dei bovini.

sindromi mentali bizzarre: boantropia

La boantropia potrebbe iniziare come un sogno, o essere la risultante di un certo tipo di ipnosi. Quel che è certo, però, è che da un inizio normale, un semplice approccio ad una vita vegetariana, ci si può ritrovare per terra a mangiare fili d’erba convinti di essere delle mucche o dei tori. Bizzarro. Pare addirittura che il re babilonese Nabucodonosor soffrisse di tale disturbo. Troviamo infatti nel biblico libro di Daniele la seguente affermazione “fu cacciato dagli uomini e mangiò l’erba come i buoi”.

Comments

comments

Articoli correlati