Suona allo spacciatore, ma apre la polizia: “Ciao zio, mi dai 10€ di ganja?” [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Suona allo spacciatore, ma apre la polizia: “Ciao zio, mi dai 10€ di ganja?” [+COMMENTI]

| 09/12/2020

Scambia un agente di Polizia per il suo spacciatore

  • Alcuni poliziotti sono intervenuti con i cani antidroga presso un’abitazione a Genova
  • Il pusher, 24 anni, ha opposto resistenza e ha tentato di non far entrare la Polizia
  • Alla fine il giovane ha lasciato entrare gli agenti
  • Nel corso della perquisizione qualcuno ha suonato al campanello
  • Un potenziale acquirente ha scambiato la Polizia per lo spacciatore di fiducia

 

Episodio piuttosto surreale quello accaduto di recente a Genova: un ragazzo ha scambiato la Polizia per lo spacciatore di fiducia. Ma partiamo con ordine. Alcuni poliziotti sono intervenuti con i cani antidroga presso un appartamento in via San Bartolomeo del Fossato, ma sono stati “accolti” dai tre pitbull dello spacciatore.

Alla vista dei poliziotti, il giovane pusher, 24 anni, ha opposto resistenza tentando di non far entrare gli agenti e attirando l’attenzione dei suoi cani, che si sono limitati a posizionarsi di fronte al loro proprietario. Dopo qualche istante di tensione, alla fine il giovane ha lasciato entrare gli agenti.

“Ciao zio, puoi darmi 10 euro di ganja?”

Una volta entrati, i poliziotti hanno cominciato a perquisire l’abitazione grazie al fiuto dei cani poliziotto Nagut e Costantin, i quali hanno scoperto 34 grammi di ketamina, 7 grammi di cocaina, 2 grammi di ecstasy, 650 grammi di derivati della cannabis e 1350 euro in contanti.

Nel mezzo dell’operazione di perquisizione, qualcuno ha suonato alla porta. Al posto dello spacciatore, ha aperto la Polizia, ma la persona che stava cercando il ventiquattrenne non si è accorta dello “scambio” e ha candidamente detto: “Ciao zio, puoi darmi 10 euro di ganja?”.

Leggi anche: Cagliari, carabinieri scambiati per invitati ad una festa con marijuana [+COMMENTI]

Subito dopo, gli agenti hanno provveduto ad arrestare il ventiquattrenne con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend