Gli spaghetti alla bolognese non esistono: la dichiarazione del sindaco

Commenti Memorabili CM

Gli spaghetti alla bolognese non esistono: la dichiarazione del sindaco

| 15/03/2019
Gli spaghetti alla bolognese non esistono: la dichiarazione del sindaco

La rivelazione del sindaco di Bologna sconvolge il mondo

Virginio Merola è il sindaco di Bologna, ma non vogliamo parlare di lui per questioni politiche, ma per un motivo che ha del memorabile. Qualche giorno fa ha deciso di lanciare la sua personalissima campagna contro le fake news, prendendo di mira niente poco di meno che il presunto piatto bolognese più noto all’estero: gli spaghetti alla bolognese.

In un tweet, diventato presto virale, il sindaco ha postato un’immagine di un ristorante che vende il piatto incriminato a Londra, chiedendo ai follower di inviarne altre. Come prevedibile, il dibattito si è scatenato subito. Perché si può fare di tutto, ma non toccare la cucina ai bolognesi (e agli emiliani in generale, siete avvisati).

Definire gli spaghetti alla bolognese una fake news è equivalso a far rapidamente uscire la notizia da Bologna. Ben presto la dichiarazione del sindaco è infatti stata ripresa da diverse testate internazionali. Ma perché il sindaco vorrebbe collezionare le immagini di spaghetti alla bolognese in giro per il mondo? La riposta è arrivata dallo stesso primo cittadino, che ha precisato di volerle raccogliere per creare una mostra.

spaghetti alla bolognese

Il suo intento è quello di spiegare che questo piatto non esiste nella tradizione bolognese, ma che si tratterebbe di un’invenzione. Merola ha inoltre aggiunto che preferirebbe far sapere al mondo che a Bologna sono nate tagliatelle, lasagne e tortellini. La notizia però non è stata digerita benissimo all’estero.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend