Sei da spuntini notturni? Attenzione, possono riversarsi negativamente sul lavoro

Commenti Memorabili CM

Sei da spuntini notturni? Attenzione, possono riversarsi negativamente sul lavoro

| 16/04/2021
Sei da spuntini notturni? Attenzione, possono riversarsi negativamente sul lavoro
Fonte: Pixabay

Secondo una recente ricerca, gli spuntini notturni avrebbero pesanti ripercussioni sul lavoro

  • Lo studio ad opera di due ricercatori della North Carolina State University
  • Il Journal of Applied Psychology ha pubblicato i dati della ricerca
  • Secondo i risultati, un comportamento alimentare sbagliato ha pesanti ripercussioni sulla carriera professionale
  • In particolar modo, quelli a peccare di più sul lavoro sono gli spuntini notturni
  • Ciò renderebbe le persone più affaticate e stanche

 

Una delle abitudini alimentari più diffuse su scala internazionale è senza dubbio quella degli spuntini notturni. Dolci o salati che siano, quando sopraggiunge la fame anche a tarda notte difficilmente ci si riesce a contenere. Dopo l’appagamento del cibo ingerito al momento, però, l’andarsi a coricare direttamente a letto comporterà una mancata digestione che, con molta probabilità, si ripercuoterà negativamente il giorno seguente. Un recente studio ha constatato che gli spuntini notturni avrebbero cattive ripercussioni sul lavoro.

Il Journal of Applied Psychology ha riportato la ricerca condotta da due esperti della North Carolina State UniversitySeonghee Cho e Sooyeol Kim, secondo la quale malsane abitudini alimentari danneggerebbero non poco la propria carriera professionale. In particolar modo, mangiare dopo un certo orario ridurrebbe l’attenzione del soggetto durante le mansioni lavorative del giorno seguente.

Spuntini notturni: una pecca per il lavoro

Senso di pesantezza, gonfiore addominale e cattiva digestione possono riversarsi non poco sulla quotidianità. Nella loro ricerca, Cho e Kim sono partiti dalla domanda “un comportamento alimentare malsano ha qualche influenza al lavoro il giorno successivo?“. Seppur banale, la risposta è ovviamente si.

Secondo i due ricercatori, i comportamenti alimentari sbagliati in cima alla lista sarebbero quello di mangiare troppo cibo spazzatura, bere troppi alcolici ed appunto gli spuntini ad orari eccessivi in cui, solitamente, si dorme.

La ricerca ha visto impiegati 97 lavoratori statunitensi i quali hanno risposto ad alcune domande sottoposte tre volte al giorno dieci giorni lavorativi consecutivi. Queste ultime erano principalmente incentrate sul loro benessere psico-fisico prima di iniziare a lavorare e sulle loro abitudini dopo l’orario lavorativo. Oltre l’ambito professionale, alcune domande riguardavano anche le abitudini alimentari ed alcoliche applicate dopo i turni.

I risultati della ricerca hanno riportato che i comportamenti errati a livello alimentare possono portare disturbi fisici, come mal di stomaco e mal di testa, che inevitabilmente si riversano sulle mansioni quotidiane. A questi, si aggiungono tensioni emotive come il senso di colpa di aver mangiato più del dovuto quando magari non era necessario.

Leggi anche: Cane obeso salvato da una dieta alimentare da 18.000 euro

Spuntini notturni ed affini, quindi, comportano un cambiamento psicologico sia verso il proprio lavoro e le proprie mansioni che verso i propri colleghi. Per evitare ciò, gli esperti autori dello studio consigliano alle aziende stesse di aiutare i dipendenti a trovare un sano regime alimentare da seguire per avere un ottimo rendimento sia a livello lavorativo ma anche per salvaguardare la propria salute.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend