Squid Game Italia: come sarebbero i giochi in Puglia? [+COMMENTI]

Commenti Memorabili CM

Squid Game Italia: come sarebbero i giochi in Puglia? [+COMMENTI]

| 15/10/2021
Fonte: Youtube

Tutti pazzi per Squid Game: e se la serie del momento fosse ambientata in Puglia?

  • Cosa succederebbe se il Gioco del Calamaro si svolgesse in Italia?
  • Le terribili prove dall’esito potenzialmente fatale non sarebbero certo meno atroci
  • Dal tiro alla fune a 1,2,3 stella, esploriamo alcune variazioni sul tema
  • Bye bye Dalgona and welcome to Pasticciotto Leccese
  • Dalla Corea alla Puglia, ecco come sarebbe la versione regionale di Squid Game

 

Tutti l’hanno vista o ne hanno almeno sentito parlare, al punto da essere diventata la serie tv più cliccata di sempre su Netflix al lancio. Cosa succederebbe se gli sfortunati protagonisti degli apparentemente innocui giochi per bambini si ritrovassero a competere nella patria di tarallucci e vino? Dalla Corea fino alla Puglia, non c’è alcun dubbio: l’esito delle prove di Squid Game sarebbe ugualmente letale.

Piccole variazioni sul tema: ecco i giochi di Squid Game, se la gara mortale fosse ambientata in Puglia. Presentato nella serie come Red Light, Green Light ma comunemente noto ai bambini di tutto lo stivale come 1,2,3… stai là, la versione pugliese del gioco alzerebbe certamente l’asticella della difficoltà.

A complicare le cose, rendendo ancora più problematico il fatto di dover rimanere fermi e in equilibrio, infatti, ci penserebbe il ritmo della Taranta. Terra di balli e di musica scatenata, chi riuscirebbe a rimanere immobile con una Pizzica Salentina in sottofondo?!

La muert du pulp iè la c’podd

La Puglia, si sa, è terra di ottimo vino e cibo squisito. Impossibile allora che il nostrano gioco del calamaro – o meglio ancora, parlando di specialità regionali, du pulp – non contempli prove di estrema resistenza fisica a tema culinario. Il tiro alla fune sull’orlo di un precipizio? Una vera sciocchezza, se paragonato alla prova che toccherebbe ai giocatori di Squid Game Puglia.

Prima della gara, infatti, dovreste partecipare al pranzo domenicale di famiglia, organizzato da nonna Addolorata e riservato a pochi intimi. Le portate cucinate per la cinquantina di commensali a tavola? Rigorosamente tradizionali: via libera a riso patate e cozze, orecchiette, panzerotti e chi più ne ha più metta. Il tutto, naturalmente, accompagnato da fiumi di Primitivo.

Vietato fàrs’ na papàgna

Una volta alzati da tavola, la sfida consiste nel tirare la corda riuscendo a vincere contro il titanico team capitanato da zzìu Nicola. La versione coreana, a confronto, è facile come mangiare una Dalgona. Anche riguardo ai dolci, del resto, non c’è paragone che tenga. Alzi la mano chi pensa che i pasticciotti leccesi non siano mille volte meglio dei biscotti a base di zucchero e bicarbonato.

Per riuscire a sopravvivere allo Squid Game Puglia non resta che trionfare in un ultimo gioco: il Marmi, altrimenti noto come gioco delle biglie. I giocatori hanno a disposizione 30 minuti per accaparrarsi tutte quelle del compagno di squadra.

Leggi anche: Il cartello con il simbolo di Squid Game getta nel panico gli automobilisti

Al posto delle biglie, però, la versione regionale non può che prevedere i taralli. Se la vita non è una ragione sufficiente per provare a vincere, fare incetta di ‘mbriachidd è certamente un motivo più che valido. E voi, siete pronti a prendere parte agli Squid Game made in Puglia?

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend