Stanislav Petrov, l’uomo che salvò il mondo dalla 3° guerra mondiale

  • Share

1ce593c8-45f7-4ec5-82d3-96cd61022cd2
Poco più di trent’anni fa un uomo salvò il pianeta Terra dall’olocausto nucleare. La sua impresa è stata tenuta nascosta, il suo nome cancellato dagli archivi. Oggi la sua storia non è più un segreto e può essere raccontata. Vi raccontiamo la memorabile storia di Stanislav Petrov, l’uomo che venne scelto dal destino per salvare il mondo.

La memorabilità, ne siamo convinti, non può essere solo quella che viene espressa tramite i commenti su internet. Il concetto di memorabilità può essere anche tramandato con una storia, può servire d’esempio per ricordarci che, molto spesso, per essere eroi e decidere le sorti di milioni di persone non serve per forza indossare una maschera.

3

Quella che stiamo per raccontarvi ha ben poco a che fare con l’ignoranza che pervade solitamente i nostri articoli ma, nel caso non conosceste questa straordinaria vicenda e abbiate voglia di continuare con la lettura, sappiate che state per leggere un qualcosa di assolutamente memorabile.

Fatta questa doverosa premessa per scacciare chi pensava di trovare un contenuto sullo stile classico, permetteteci di raccontarvi di Stanislav Petrov, l’uomo che circa 30 anni fa fu chiamato dal destino a salvare il pianeta. 

Siccome siamo più magnanimi di un addetto alla riscossione debiti bulgaro che capisce che siete per davvero alla canna del gas, siccome soprattutto sappiamo che leggere non rientra tra le peculiarità di un vero memorabile che si rispetti, abbiamo deciso di lasciarvi un video che racconta l’intera vicenda, racchiudendo in pochi minuti tutta la faccenda.

(un grazie sentito a Fabio Alisei e ai ragazzi dello Zoo di 105 per la realizzazione, e per averci averci permesso di utilizzare il video)

16

A volte nella storia è più importante quello che è quasi successo che non ciò che è realmente accaduto. E forse ciò che più colpisce di queste incredibili storie di eroi così lontani dallo scintillio delle luci della ribalta sono le sincronicità che li circondano.  Correva l’anno 1983, in piena guerra fredda, tempi “bollenti” come mai era accaduto dalla crisi dei missili di Cuba. Il 23 marzo, il Presidente Reagan lanciò la sua “Star Wars – Guerra delle galassie”, letteralmente definendo la Russia “L’impero del male”. Contava tra l’altro su un importantissimo alleato altrettanto deciso a porre fine al comunismo, papa Giovanni Paolo II. I pianeti sembravano allineati per farla finita con l’Unione Sovietica, e i sovietici presero la cosa molto sul serio. La tensione, insomma, era al massimo. Al punto che il primo settembre 1983, un aereo di linea sud coreano penetrò per errore nello spazio aereo sovietico e i russi non esitarono ad abbatterlo senza preavviso, uccidendo 269 persone, tra le quali un senatore e diversi cittadini americani. Questa storia non sarebbe potuta arrivare in un momento peggiore.
22

PASSA ALLA PAGINA SUCCESSIVA CLICCA QUI O SUCCEDONO COSE BRUTTE

Comments

comments

Articoli correlati