Starbucks bloccherà alcuni siti sulle reti wi-fi delle proprie caffetterie

Commenti Memorabili CM

Starbucks bloccherà alcuni siti sulle reti wi-fi delle proprie caffetterie

| 06/12/2018

Già da tempo i clienti di Starbucks non avevano la possibilità di usare il wi-fi gratuito per contenuti porno, anche se i filtri veri e propri non erano mai stati sfruttati. Aggirare il divieto era quindi semplicissimo per le persone con un minimo di dimestichezza tecnologica. Due anni fa, inoltre, la multinazionale di Seattle aveva fatto sapere di essere alla ricerca di un metodo efficace per rendere la vita difficile agli appassionati del mondo hard.

Enough is Enough, il gruppo che si occupa di sicurezza in rete, ha fatto presente a Starbucks di aver fallito in questo obiettivo e ne è nata una petizione online. La stessa raccolta firme ha riguardato McDonald’s e si è cercato in questa maniera di sensibilizzare le aziende. Le oltre 26mila firme hanno convinto il colosso del caffè a fare qualcosa in più e il blocco dei contenuti espliciti è stata la conseguenza inevitabile. Il divieto sarà effettivo nel 2019, intanto non mancano le reazioni, soprattutto quelle divertenti.

Una tipica caffetteria

Nel prossimo paragrafo capirete cosa è successo dopo l’annuncio.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend