Scoperta la Super Terra, potenzialmente abitabile dagli esseri umani

Commenti Memorabili CM

Scoperta la Super Terra, potenzialmente abitabile dagli esseri umani

| 05/01/2021
Scoperta la Super Terra, potenzialmente abitabile dagli esseri umani

GJ 357 d: la nuova super Terra che potrebbe essere abitabile dagli esseri umani

  • Il telescopio spaziale della NASA ha scoperto un nuovo pianeta potenzialmente abitabile: GJ 357 d
  • Immediatamente, gli scienziati lo hanno ribattezzato la super Terra
  • Dove si trova questo pianeta? All’esigua distanza di 31 anni luce da noi
  • Secondo gli scienziati, sulla superficie di GJ 357 d potrebbe essere presente acqua in forma liquida
  • Sono in corso ulteriori approfondimenti per scoprire di più su questo sorprendente pianeta

 

In futuro, gli esseri umani potrebbero avere una nuova casa pronta ad ospitarli: stiamo parlando della super Terra, potenzialmente abitabile dalla nostra specie. Il pianeta, chiamato ufficialmente GJ 357 d, sembra avere una grandezza quasi doppia rispetto alla superficie del nostro.

Come è avvenuta l’incredibile scoperta? In realtà, un po’ per caso. Tess, il telescopio spaziale della NASA, lo ha individuato mentre gli scienziati erano alla ricerca di un altro pianeta in transito. Naturalmente, sono in corso nuovi studi per scoprire di più sull’affascinante GJ 357 d.

Visti i tempi che corrono, è meglio essere previdenti

La super Terra si trova a soli 31 anni luce da noi. A suggerire agli scienziati che possa essere abitabile è la distanza a cui il pianeta ruota intorno alla sua stella madre. L’ipotesi, infatti, è che ci sia acqua liquida sulla sua superficie. La co-autrice dello studio, Diana Kossakowski, ha spiegato che GJ 357 d: “è localizzato entro il bordo esterno della zona abitabile della stella, dove riceve all’incirca la stessa quantità di energia che Marte riceve dal Sole“.

Leggi anche: Astronauta accusata di aver violato un account bancario dallo spazio

Se il pianeta avesse un’atmosfera densa, cosa che sarà verificata in futuro con nuovi studi, potrebbe intrappolare una quantità di calore sufficiente per scaldare il pianeta e consentire la presenza di acqua liquida in superficie“. Insomma, non ci resta che attendere ulteriori sviluppi, anche in considerazione di quello che ci riserverà il post-2020.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend