Piazza una telecamera in casa per cercare fantasmi: filma la fidanzata e il figlio a letto insieme

Commenti Memorabili CM

Piazza una telecamera in casa per cercare fantasmi: filma la fidanzata e il figlio a letto insieme

| 13/01/2021
Fonte: Twitter

Installa una telecamera in casa per registrare i fantasmi: filma per sbaglio la sua fidanzata a letto con il figlio sedicenne

  • Dopo aver piazzato delle telecamere in casa per registrare attività paranormali, un uomo ha sorpreso la sua fidanzata a letto con il figlio sedicenne
  • La relazione è iniziata quando è entrata nella stanza del sedicenne per discutere delle lezioni di guida
  • Questo ha portato ad una conversazione, seguita da effusioni molto spinte
  • Nel corso dell’udienza ha detto di non sapere che l’età legale del consenso fosse oltre i sedici anni
  • La donna, 28 anni, si è dichiarata colpevole in Corte Suprema per aver avuto rapporti con un minorenne

 

Tasmania. Un uomo ha installato una telecamera in casa perché aveva intenzione di registrare la presenza di alcuni fantasmi. Voleva avere prove concrete per esserne sicuro. Dopo aver dimenticato di spegnere il dispositivo, l’uomo ha ricontrollato le registrazioni. Sfortunatamente per lui, i filmati hanno mostrato delle immagini tanto sorprendenti quanto orribili. Il video mostrava una scena d’amore tra il figlio sedicenne e la sua stessa fidanzata di 28 anni.

Entrando nel dettaglio, il filmato mostrava un’iniziale conversazione tra i due, seguita da alcune effusioni che lasciavano poco spazio all’immaginazione. Scandalizzato dalla sua scoperta, il padre del ragazzo ha chiesto una spiegazione. Tuttavia, la ventottenne ha cercato di negare tutto e ha descritto l’episodio come un semplice abbraccio.

La confessione

Poco dopo, il sedicenne ha raccontato una storia completamente diversa, ammettendo di aver avuto diversi rapporti intimi con la fidanzata del padre. L’uomo ha immediatamente chiamato la polizia per denunciare la relazione clandestina, accusando la fidanzata di abuso di minore.

Leggi anche: Mamma di 32 anni ha una relazione con un ragazzo di 14: “Mi ha mentito sulla sua età”

Nel corso dell’udienza presso la Corte Suprema, la donna ha inizialmente dichiarato di credere che 16 anni fossero l’età del consenso, ma ben presto ha confessato la sua vergogna e il suo imbarazzo per le sue azioni, dichiarandosi colpevole per aver avuto rapporti con un minorenne.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend