Trovato dopo 10 anni il Tesoro di Fenn: forziere di oro e pietre preziose nascosto tra le Montagne Rocciose

Commenti Memorabili CM

Trovato dopo 10 anni il Tesoro di Fenn: forziere di oro e pietre preziose nascosto tra le Montagne Rocciose

| 10/07/2020
Trovato dopo 10 anni il Tesoro di Fenn: forziere di oro e pietre preziose nascosto tra le Montagne Rocciose

Quella del Tesoro di Fenn è una caccia al tesoro lunga un decennio.

  • Forrest Fenn è stato un aviatore degli Stati Uniti prima di dedicarsi all’arte ed aprire una galleria a Santa Fe, New Mexico
  • Nel 1988 all’uomo viene diagnosticato un cancro, probabilmente terminale
  • Fenn decise così di riunire numerose ricchezze in un forziere di bronzo del XII secolo e seppellirle “tra le montagne, a nord di Santa Fe”
  • Il tesoro di Fenn ha dato il via ad una caccia all’oro durata dieci anni e terminata solo lo scorso giugno
  • Grazie ad un libro con alcuni indizi, un uomo degli Stati Uniti è riuscito a trovare il forziere e portarsi a casa le ricchezze
  • Identità del fortunato cercatore e contenuto del baule rimangono, ahinoi, sconosciute

Se pensavate di aver visto cacce al tesoro solamente in film per bambini o su pellicole con i pirati, sappiate che una vera e propria corsa all’oro è andata avanti per oltre dieci anni, concludendosi solo lo scorso giugno. Il Tesoro di Fenn, forziere contenente dobloni d’oro e pietre preziose, ha alimentato miti e leggende da quando il suo proprietario, Forrest Fenn, ha deciso di nasconderlo in una non troppo ben precisata parte del mondo. Ma dopotutto per accaparrarsi un vero tesoro c’è bisogno di sudore, fatica ed olio di gomito.

Talvolta, ahinoi, anche della propria intera esistenza. In 5 sono periti nel tentativo di scovare il forziere ed oggi un cercatore pare essere riuscito nel suo intento. Ma iniziamo dal principio. Forrest Fenn era un commerciante d’arte di Santa Fe, New Mexico che una volta conclusa la propria carriera nell’Aeronautica degli Stati Uniti ha deciso di dedicarsi ai manufatti aprendo una propria galleria. Tra sculture, dipinti, bronzi e copie celebri, la galleria di Fenn pare incassasse oltre 6 milioni di dollari l’anno. Ma nel 1988 una notizia infausta si abbatté su Forrest Fenn e su sua moglie.

Il tesoro di Fenn nascosto tra le Montagne Rocciose dopo la diagnosi di un cancro terminale.

Nel 1988 a Forrest Fenn venne diagnosticato un cancro, secondo i medici allo stadio terminale. L’uomo decise così di raggruppare diverse ricchezze della propria collezione, stiparle in un forziere e seppellirle affinché qualcuno un giorno trovasse quella che per lui era la propria eredità. A volta la vita è decisamente più benevola di quanto ci aspettiamo e a differenza di ogni previsione, il signor Fenn si riprese dalla terribile malattia che lo stava uccidendo. Ma oramai la cassa era sepolta da qualche parte nelle Montagne Rocciose e l’uomo, anziché rimangiarsi la parola data, decise di pubblicare un piccolo aiuto per tutti coloro in cerca del tesoro di Fenn.

Nel 2010 esce The Thrill of the Chase: A Memoir, un volume autoprodotto che racconta non solo le parti più importanti della vita dell’uomo, ma soprattutto dispensa qualche indizio per raggiungere il forziere contenente “pepite d’oro, monete rare, gioielli e pietre preziose”. Secondo la mappa fornita da Fenn, il tesoro si sarebbe dovuto trovare “nelle montagne, da qualche parte a nord di Santa Fe”. Peccato che la mappa fornita copra ben quattro stati degli Stati Uniti: New Mexico, Colorado, Wyoming e Montana. Di certo non proprio un gioco da ragazzi.

Il tesoro, contenuto in un forziere in bronzo del XII secolo, pare sia stato trovato lo scorso giugno.

A trovare il forziere è stato “un uomo degli Stati Uniti”, come ha confermato lo stesso Forrest Fenn. “Il tesoro era sotto un baldacchino di stelle nella lussureggiante vegetazione boscosa delle Montagne Rocciose e non si era mosso dal punto in cui l’ho nascosto più di 10 anni fa, ha scritto l’ormai ex proprietario del tesoro. “Non conosco la persona che l’ha trovato, ma il mio libro lo ha portato al punto preciso. Mi congratulo con le migliaia di persone che hanno partecipato alla ricerca e spero che continueranno ad essere attratte dalla promessa di altre scoperte”. Che altro dire? La ricerca è finita, amici. Grazie a tutti per aver partecipato.

Leggi anche: Perde la fede nuziale in vacanza, la cerca col metal detector e scopre un tesoro di monete antiche

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend