Testimonianze di alcolismo sfuggito di mano.

  • Share

L’alcol dovrebbe essere un liquido da consumare con moderazione. Ma alcuni individui la parola moderazione l’hanno direttamente cancellata dal dizionario. Ecco alcune testimonianze di alcolismo sfuggito di mano.

Una delle raccomandazioni ricorrenti, che ci arrivano dai nostri genitori, parenti e dalla società in generale, è di consumare alcolici con moderazione. Oltre a quella di non consumarli affatto nel caso dovessi metterti alla guida, ma ovviamente quello lo hai scoperto solo dopo essere finito contro un albero nella campagne adiacenti alla strada. La parola “moderazione”, oltretutto, ha un significato talmente personale che ho sentito persone dire di essere “moderatamente sobrie” da appese al lampadario a testa in giù, e forse non è proprio il miglior modo di interpretare i consigli riguardanti la propria salute.

Forse il consiglio più sensato sarebbe quello di “esagerare” poche volte nel corso dell’anno. Ma qua non siamo al Fatebenefratelli e veniamo alle cose importanti. L’alcol è quella sostanza che hai scoperto probabilmente in adolescenza, e che hai vomitato in modo energico dopo aver bevuto la tua prima birra, perché avevi ancora il fegato abituato agli orsetti gommosi della Haribo che ingurgitavi come un camion dei rifiuti. La quantità esatta da consumare è difficilissima da individuare, ma quando la si trova si possono vivere appieno le serate risultando addirittura simpatico/a ai potenziali partner e agli amici, oltre ad evitare di prendere a pugnibbrutti un anziano di passaggio che ha osato chiederti che ore fossero. Con un minimo di controllo è davvero possibile divertirsi senza provocare effetti dannosi a te e a chi ti circonda, ma va ricordato che siamo esseri umani. E gli esseri umani sono portati alla moderazione tanto quanto lo è una tigre a partecipare ad un pic-nic vegano. Comunque, abbiamo raccolto qualche testimonianza di persone che hanno alzato i propri gomiti e anche quelli di tutti i componenti della propria famiglia in un unica botta. Eccovele servite con difficoltà nella deambulazione:

 

GUARDA ANCHE: Auto memorabili, la concessionaria degli orrori.

 

Comments

comments

Articoli correlati