Tokyo 2020: la statua di un lottatore di sumo spaventa i cavalli lungo il tragitto

Commenti Memorabili CM

Tokyo 2020: la statua di un lottatore di sumo spaventa i cavalli lungo il tragitto

| 08/08/2021
Fonte: Facebook

La statua di un lottatore di sumo, posizionata lungo il percorso effettuato dai cavalli alle Olimpiadi di Tokyo 2020, ha spaventato gli animali

  • Lungo il tragitto delle gare equestri alle Olimpiadi di Tokyo, è stata eretta una statua
  • Si tratta di un lottatore di sumo che ha spaventato i cavalli durante i Giochi Olimpici
  • La figura si presenta in abiti tradizionali, con tanto di perizoma e mani alzate in segno di attacco
  • Secondo i cavalieri la sua espressione sarebbe stata motivo di “distrazione” per gli animali
  • Per la finale delle Olimpiadi, l’ostacolo è stato girato dall’altra parte

 

Riflettori accessi su Tokyo 2020. Questa volta ad attirare l’attenzione però, al posto degli atleti provenienti da ogni parte del mondo sono stati i cavalli. Gli animali, che hanno partecipato agli eventi equestri dei Giochi Olimpici si sono “spaventati” nel vedere l’enorme statua di un lottatore di sumo lungo il percorso. La possente figura è stata posizionata sopra l’ostacolo numero 10 nel tragitto effettuato dai cavalli alle Olimpiadi.

Il lottatore a grandezza naturale indossa abiti tradizionali, con tanto di perizoma ed è in posa “d’azione” a braccia aperte, come se fosse pronto a dare il meglio di se in un incontro di sumo. Il cavaliere britannico Harry Charles è stato uno dei primi a farsi avanti lamentandosi del fatto che la statua impauriva gli animali. Ha affermato: “Come si arriva alla curva, si vede il sedere di un grande uomo. Ho notato che quattro o cinque cavalli si sono davvero spaventati”.

La “protesta” portata avanti dai cavalieri olimpici

Durante le qualificazioni sono diversi gli equidi che avrebbero subito questa “pressione”.  La “protesta” contro la statua del lottatore di sumo, è stata sostenuta anche dall’atleta israeliano Teddy Vlock, che ha riferito ai media: “È molto realistico. Sembra una persona, ed è un po’ inquietante. I cavalli non vogliono vedere un tizio che li scruta con uno sguardo intenso vicino ad un ostacolo. È come se quel lottatore fosse pronto a combattere con te”. Così, per la finale, Varela, Ceo della multinazionale Isolux, ha deciso di girare l’ostacolo dall’altra parte in modo che non facesse più paura a nessuno.

Leggi anche: “Tokyo 2021: operatore video “si distrae” e riprende uno scarafaggio durante una partita di hockey [+VIDEO]”

Se da una parte alcuni cavalieri olimpici sono riusciti a mantenere alta la concentrazione dei loro equidi durante le gare, altri non hanno avuto lo stesso “successo”. La francese Penelope Leprevost, medaglia d’oro olimpica di Rio 2016, ha avuto qualche problema nel saltare un ostacolo in quanto il suo cavallo di 12 anni si sarebbe “distratto”, lungo il percorso. Subito dopo aver gareggiato, Leprevost ha spiegato: “Forse il cavallo si è spaventato. Abbiamo cercato di tranquillizzare gli animali prima della curva, ma è servito a poco”.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend