Topi in cantina si scolano 12 bottiglie di vino

Commenti Memorabili CM

Topi in cantina si scolano 12 bottiglie di vino

| 22/07/2021

Quando non c’è il gatto…

  • Cosa succede quando una cantina è in preda ai roditori?
  • Una cantina chiusa per la pandemia è diventata un bar per topolini
  • Scoperte dodici bottiglie di vino aperte con i denti
  • Rilevate tracce di topi, o meglio, di ratti
  • Il conto salato della seratta

 

Cosa fanno dei topi in cantina quando non c’è un gatto a sorvegliarli, un umano o chi per essi? Semplicemente: bevono. La dimostrazione che il proverbio originale non è così errato arriva dall’India, dove è stato scoperto che un gruppo di topi aveva dato assalto ad una scorta di vini sigillati.

È quello che è successo a Tamil Nadu, dove un negozio di liquori era stato costretto a chiudere per diverso tempo a causa delle restrizioni imposte per contenere la pandemia da COVID-19. Quando i dipendenti del negozio sono tornati per riaprire dopo il lungo stop hanno trovato una sorpresa ad attenderli: i topi in cantina.

I topi in cantina

Gli animali non erano visibili, ma molto chiare erano invece le loro tracce lasciate su almeno dodici bottiglie di vino. Secondo quanto raccontato dagli addetti all’enoteca, i topi erano riusciti a strappare le capsule dei vini e a rosicchiare i tappi bevendone poi il contenuto.

Dopo aver analizzato meglio le tracce e cercato anche in altre parti del negozio, è stata effettivamente rilevata la presenza di topi in cantina, anche si sarebbe più corretto chiamarli ratti perché pare che proprio di questo tipo di roditore si trattasse. Pare che oltre alle bottiglie, i topi non abbiano scolato altro, ma il conto da pagare rimane comuqneu piuttosto salato.

Leggi anche: Bufali si ubriacano e si trasformano in spie

Topi portoghesi

Ovviamente i topi in cantina se ne sono andati senza aver lasciato i soldi necessari per saldare il conto di quanto bevuto. Stando a quanto comunicato dalla cantina derubata, il totale delle topica bevuta si aggirerebbe intorno ai diciassette euro. Non si trattava certo di vini al top di gamma, ma la cifra equivale comunque a più di un decimo di uno stipendio medio in India. Sembra insomma che i topi incriminati abbiano scelto piuttosto bene quali bottiglie scolarsi a scrocco. Tuttavia il loro parere sul vino bevuto non è ancora pervenuto. Viste le modalità di apertura, sospettiamo sapesse di tappo.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend