TrashTag, la sfida social stranamente intelligente: sarà fattibile in Italia?

Commenti Memorabili CM

TrashTag, la sfida social stranamente intelligente: sarà fattibile in Italia?

| 13/03/2019
TrashTag, la sfida social stranamente intelligente: sarà fattibile in Italia?

In queste ore sta spopolando sui social una tendenza stranamente intelligente: la TrashTag Challenge, una nuova sfida all’insegna dell’ecologia.

Mentre alcune persone sui social media amano lanciare fette di formaggio in faccia ai bambini o tirare a vuoto le proprie ciabatte, altri utilizzano la piattaforma per salvare l’ambiente. In questi giorni, sempre più utenti stanno accettando la TrashTag Challenge: le persone che partecipano alla sfida scattano foto di aree inquinate da mucchi di spazzatura accanto ad un’altra foto dello stesso luogo ripulito.

La tendenza nasce nel 2015 dalla società di illuminazione UCO, come un modo per incoraggiare i giovani ad essere eco-compatibili. Non ha avuto una grande eco mediatica fino alla settimana scorsa, quando l’hashtag ha invaso i social media in tutto il mondo. Attualmente la sfida conta decine di migliaia di “adesioni”. La TrashTag Challenge è diventata virale grazie ad una “regola” aggiunta di recente: gli utenti devono “invitare” altre persone ad aderire all’iniziativa tramite tag, creando una sorta di catena.

TrashTag Challenge Instagram

La regola dei tag è cominciata su Reddit, e da lì si è diffusa in altri social come Twitter e Instagram in Spagna, Messico, Australia, Filippine e in molti altri Paesi. Anche se all’inizio era incentrata sulla pulizia delle spiagge dei rifiuti che migliaia di turisti lasciano ogni giorno, la sfida si è “evoluta” con utenti che hanno deciso di attuarla nelle strade della loro città, nei boschi, nei parchi, nei laghi e perfino nelle loro case. Secondo quanto riferito dalla BBC, un gruppo di Novosibirsk, in Russia, ha dichiarato di aver raccolto 223 sacchi di rifiuti, il 75% dei quali sarebbe stato riciclato.

TrashTag Challenge Twitter

Di solito le  sfide virali su Internet servono solo per divertirsi, e spesso sono fortemente criticate, ma la TrashTag Challenge sta generando consapevolezza in tutto il mondo e fa pensare possiamo ancora avere fiducia nell’umanità. Una volta tanto, attendiamo con ansia che questa nuova moda conquisti anche l’Italia, visto che – sfortunatamente – il Bel Paese abbonda di zone perfette per questo tipo di sfida.

View this post on Instagram

GOOD WORK! #trashtag #trashtagchallenge

A post shared by TRASHTAGSTERS (@trashtagsters) on

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend