Tre motivi per cui esiste l’erezione mattutina secondo la Scienza

Commenti Memorabili CM

Tre motivi per cui esiste l’erezione mattutina secondo la Scienza

| 16/09/2022
Fonte: Facebook

Ecco perché di mattina gli uomini si svegliano particolarmente “contenti”

  • L’erezione mattutina è un fenomeno molto comune e spesso si verifica da tre a cinque volte durante un periodo di sonno di otto ore
  • Sergio Diez Alvarez, direttore di medicina presso il Maitland e Kurri Kurri Hospital e l’Università di Newcastle, ha spiegato perché questo succede
  • In primis tale fenomeno si verifica durante il sonno REM in cui si passa dalla stimolazione simpatica a quella parasimpatica
  • Inoltre potrebbe essere dovuto al fatto che il livello di testosterone è molto alto al mattino
  • Infine potrebbe essere il modo per far capire agli uomini la necessità di urinare

 

L’erezione mattutina è un fenomeno incredibilmente comune e spesso si verifica da tre a cinque volte durante un periodo di sonno di otto ore. La buona notizia è che se vi svegliate in questo modo, vuol dire che il vostro membro è sano. Ma la domanda rimane: perché questo succede? Ebbene, è emerso che ci sono alcune spiegazioni scientifiche che spiegano la sua comparsa, la prima delle quali è legata al ciclo del sonno di una persona. Sergio Diez Alvarez, direttore di medicina presso il Maitland e Kurri Kurri Hospital e l’Università di Newcastle, ha spiegato: “Le erezioni notturne si verificano durante il sonno REM, la fase in cui sogniamo. Si hanno quando si attivano determinate aree del cervello”.

Alvarez ha poi aggiunto: “Il sonno è composto da diversi cicli di sonno REM e non-REM (profondo). Durante il sonno REM si verifica un cambiamento nel sistema dominante che viene attivato. Si passa dalla stimolazione simpatica (lotta e fuga) a quella parasimpatica (riposo e digestione)”. Questo spostamento di equilibrio provoca una risposta da parte del sistema nervoso parasimpatico che a sua volta dà il via all’erezione. La spiegazione ha senso, perché spesso le persone si svegliano mentre escono dal sonno REM.

Alti livelli di testosterone e necessità di urinare

Un’altra ragione, secondo Alvarez, sono i livelli di testosterone. “È stato dimostrato che il testosterone, il cui livello è massimo al mattino, aumenta la frequenza delle erezioni notturne. È interessante notare che il testosterone non ha un impatto significativo sugli stimoli intimi visivi o sulle erezioni indotte da fantasie. Queste ultime sono prevalentemente guidate dal ‘sistema di ricompensa’ del cervello che secerne dopamina”.

Leggi anche: Erezione mattutina: sintomo di buona salute?

Infine, ma non per questo meno importante, alcuni professionisti pensano che potrebbe essere il modo in cui il corpo comunica che bisognerebbe urinare. Questo spiegherebbe perché poi il membro si abbassa nel momento in cui gli uomini svuotano la vescica. “È più probabile che la ragione dell’erezione mattutina sia che la sensazione inconscia della vescica piena stimoli i nervi che vanno alla colonna vertebrale e questi rispondano direttamente generando un’erezione (un riflesso spinale)” ha precisato Alvarez.

logo-img
La redazione di commentimemorabili.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su commentimemorabili.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia
Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend